«NOMADI DENTRO - Nomadi» la recensione di Rockol

Nomadi - NOMADI DENTRO - la recensione

Recensione del 28 ott 2017 a cura di Redazione

La recensione

"In 50 anni di storia di cose ne abbiamo dette; ma soprattutto in questo periodo ce ne sono ancora tante da dire": Beppe Carletti ha sintetizzato così, nella nostra intervista, i motivi che hanno spinto i Nomadi a pubblicare un nuovo album di inediti, il trentaduesimo in cinquantaquattro anni di carriera. "Nomadi dentro", così si intitola la nuova fatica discografica della band emiliana, esce a distanza di tre anni dal precedente disco ed è un disco in cui i Nomadi si raccontano per come sono oggi.

L'album è il primo inciso insieme al nuovo cantante, Yuri Cilloni, voce della band dallo scorso marzo. La presenza di Cilloni, che in precedenza cantava in una cover band dei Nomadi, ha portato una ventata di freschezza al nuovo capitolo discografico del gruppo.

"Nomadi dentro" è un classico album dei Nomadi, ma al tempo stesso è ricco di novità: l'arrivo del nuovo cantante ha stimolato Carletti e compagni, è stata un'occasione per sperimentare qualcosa di nuovo.
Il disco sintetizza un po' la storia del gruppo: affonda le sue radici nel passato, nel suono rock che ha sempre caratterizzato le produzioni dei Nomadi (il titolo, "Nomadi dentro", è stato fortemente voluto da Beppe Carletti e rappresenta bene l'identità della storia formazione miliana), ma al tempo stesso vede la band cercare di mettere un piede nel futuro.

La presenza, tra gli autori, di Francesco Guccini ("Nomadi") e Alberto Salerno ("Terra di nessuno"), che hanno entrambi avuto un'importanza cruciale nella storia dei Nomadi, è un modo per omaggiare quella che è stata la storia della band fino ad oggi e mantenerne viva la memoria: "Ritrovarli in questo disco è davvero emozionante".

"Non è un ritorno al passato perché avanti non riusciamo più andare, ma è un ribadire come siamo e come eravamo", ha detto Carletti: parole più azzeccate per descrivere questo disco non ce ne sono.

TRACKLIST

01. Decadanza (03:40)
02. Terra di nessuno (04:10)
03. Ti porto a vivere (03:50)
04. Nomadi (04:45)
05. Può succedere (03:17)
06. Europa (04:09)
08. Calimocho (02:58)
09. Io sarò (04:09)
10. Io ci credo ancora (04:05)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.