John Landis, Dan Aykroyd e Blues Brothers 2000

John Landis, Dan Aykroyd e Blues Brothers 2000
18 anni fa i Blues Brothers invasero il mondo con una pellicola rimasta storica. Oggi, il tempo è passato e molto è cambiato ma lo spirito di Elwood Blues è rimasto lo stesso: proseguire la sua missione per salvare dall’oblio la musica blues.
E’ la trama, sintetica, di “Blues Brothers 2000”, séguito della pellicola di John Landis che nel 1980 fruttò oltre 80 milioni di dollari in giro per il mondo . La pellicola presto uscirà negli Stati Uniti per poi arrivare anche in Europa. Il regista di questo “secondo episodio” è sempre John Landis; immutato anche uno dei due protagonisti, Dan Aykroyd, che però ha dovuto fare a meno del compagno di allora, John Belushi, morto nel 1982. Grande parata, nel film, di star della musica americana: James Brown, Aretha Franklin, Ray Charles (già presenti nel primo film della serie) torneranno a rivestire i panni degli amici dei “fratelli Blues” per aiutarli a portare a termine la loro missione.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.