Giovanni Allevi presenta la sua 'evoluzione' musicale

Giovanni Allevi presenta la sua 'evoluzione' musicale
La chioma riccioluta che incornicia il viso, che sembra nascondersi dietro una bacchetta da direttore d'orchestra; la copertina del nuovo disco di Giovanni Allevi, "Evolution", non lascia dubbi: il pianista marchigiano si è evoluto verso la musica sinfonica.

"Evolution" segue il successo di "Joy" (140.000 copie) e del tour de force successivo: concerti, un CD/DVD live, un libro. "E' stata una bella evoluzione, davvero", ci racconta Allevi. "Da un punto di vista tecnico e formale usare un'orchestra e la formula sinfonica è una conseguenza di quello che ho già fatto. Ma la musica mi ha fatto tornare ad essere il bambino incatanto che sono stato: vedere le mie composizioni eseguite da musicisti di quel calibro mi ha riempito di gioia", dice dei Virtuosi Italiani che hanno eseguito le partiture.
"E' musica che ha elementi della contemporaneità", continua. "Soprattutto il ritmo e la tensione; ma ha una struttura classica, basata sulla scrittura, sulla partitura. Non è musica da film perché non ha bisogno di immagini, ma vive delle proprie tensioni. Mi ha emozionato davvero: spero che molti giovani possano condividere con me queste sensazioni", racconta con il suo consueto entusiasmo.
Fa un certo effetto vedere, nel DVD del "making of" che accompagna un'edizione del disco, un ragazzo in felpa e jeans che dirige un'orchestra. Siamo abituati a direttori d'orchestra ben più formali... "Quello che sono non posso cambiarlo, l'importante è il risultato finale, quello che riesco ad ottenere dall'orchestra comunicando con i musicisti. Poi lo so che ci sono resistenze verso il mio modo di fare nell'ambito della musica classica...". Appunto: il critico di musica classica del Corriere, recensendo un suo collega che come lui è poco "ortodosso", ha definito Allevi il peggio della musica italiana: "E' una bella soddisfazione", ride. "Vuol dire che la mia musica dà fastidio a qualcuno. L'importante è non lasciare indifferenti".

E' stato difficile trovare il tempo, la concentrazione per registrare il disco dopo il tour de force seguito a "Joy"? "In realtà lavoro a questa musica da oltre 4 anni, anche se per registrarla mi ci sono voluti solo 4 giorni: una piccola isola, una parentesi in questi mesi zeppi di impegni. Ma la mia testa è sempre piena, sono un ansioso. Solo per un attimo alla fine delle registrazioni mi si è svuotata, per riempirsi subito, di nuovo". Con che cosa? "Adesso mi aspetta un tour con l'orchestra", dice: partirà il 20 giugno e lo occuperà tutta l'estate. "Poi si sta già pensando ad un tour mondiale, quello di solo piano". In attimo di pausa, poi si lascia andare: "Ma il mio vero pensiero è la ristrutturazione del bagno: voglio una vasca, ora ho solo un box doccia. La cosa bella di questi mesi è andare negli alberghi e trovare queste vasche stupende....".
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2022 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.