New Order, ora è guerra interna: andranno in tribunale?

New Order, ora è guerra interna: andranno in tribunale?

E' un Peter Hook dai toni decisamente seccati quello che ha risposto ai suoi ex compagni di formazione dei New Order, Bernard Sumner e Stephen Morris.

Pochi giorni fa i due, che con "Hooky" militarono nei Joy Division, avevano affermato: "Hooky non parla per tutta la band, per cui non possiamo che supporre che non voglia più far parte dei New Order. I New Order non si sono sciolti, continuano ad esistere". Ora il bassista è passato alla controffensiva ed ha replicato: "I New Order si sono sciolti! Voi due non siete 'più' New Order di quanto lo sia io. Avrete anche i due terzi, ma non pensate d'avere il diritto di fare delle cose sotto il nome di New Order: l'ultimo terzo l'ho io". La dichiarazione di Hooky (13 febbraio 1956) si conclude, sebbene non si comprenda bene se il tono adoperato sia scherzoso o di minaccia, con un perentorio "ci vediamo in tribunale".


I New Order, nati dalle ceneri dei Joy Division dopo il suicidio del cantante Ian Curtis, avevano esordito con l’album “Movement” del 1981.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.