NEWS   |   Press Kit / 10/04/2006

Comunicato Stampa: Musica d'altre voci

Comunicato Stampa: Musica d'altre voci
La redazione di Rockol non è responsabile del contenuto di questa notizia, che è tratto da un comunicato stampa. Artisti, etichette e aziende che vogliono rendere note le proprie iniziative attraverso la pubblicazione di un loro comunicato stampa in questa sezione possono indirizzare una e-mail a presskit@rockol.it. La pubblicazione dei comunicati è a discrezione della redazione.

Musica d’altre voci

Musica in sala, musica al cinema.
Musica in altri luoghi… quindi “Musica d’altre voci”.

Dopo il successo del recital di Giovanni Lindo Ferretti, al cinema Modernissimo di Napoli un nuovo appuntamento con la rassegna ideata dalle associazioni The Op e Napolirock, da Sasquatch, Stella Film, Ufficio K e Identità sonore, con il contributo della Provincia di Napoli.

Mercoledì 12 aprile alle 21.30, nella sala 1 del multiplex di via Cisterna dell’Olio 59, si esibirà il duo composto da Petra Magoni e Ferruccio Spinetti (già Avion Travel).

La cantante e il contrabbassista presenteranno “Musica nuda 2”, il nuovo album pubblicato pochi giorni fa da Radiofandango, e i brani contenuti nel disco precedente, “Musica nuda”, distribuito due anni fa.

Canzoni, solo canzoni, niente altro che (belle) canzoni. Dalle arie del '600 ai Police, passando attraverso il pop internazionale e la tradizione popolare italiana.
La Magoni – di recente, un’ovazione per lei nella performance collettiva “Stazioni lunari” a Città della Scienza – e Spinetti, stavolta sono in tournée con un album doppio, nel quale compaiono brani inediti – “Anninnia”, “Sirene”, “5+7”, “Il cacio con le pere” – e svariate cover, alle quali partecipano il pianista Stefano Bollani, il chitarrista Fausto Mesolella, il polistrumentista Nicola Stilo e il trombettista svizzero Eric Truffaz.
[12 euro].

L’ultimo show del festival, invece, è in calendario per venerdì 21 aprile: nel cinema del centro storico, spazio all’elettronarrativa elettorale degli Offlaga Disco Pax.
Enrico Fontanelli (basso, moog, casiotone), Daniele Carretti (chitarre, basso) e Max Collini (voce e testi) vengono da Reggio Emilia e offrono musica naif, apocalittica, armati di strumentazioni vintage e di un’attitudine sospesa tra Cccp e New Order.
Sonorizzano storie ed eventi reali: “Khmer rossa”, “Enver”, “Tono metallico standard”, “Robespierre”, con un linguaggio alieno, originale. Questi episodi sono contenuti nel loro primo album, “Socialismo tascabile”, vincitore del “Premio Ciampi” per il miglior disco d’esordio. Onorificenza che ha segnato il bis al singolo “Robespierre”, che ha meritato il Premio Fandango quale migliore opera per “Videoclipped The Radio Star”.
[10 euro].