Il rapper DMX rischia di nuovo la galera

DMX non si è presentato in tribunale ed ora rischia di essere arrestato.

Il rapper (vero nome Earl Simmons) avrebbe dovuto assistere all’udienza nel tribunale del Bronx per difendersi dalle accuse di guida con patente sospesa (vedi News), ma ha mandato solo il suo avvocato. Renee Hill, legale dell’artista, ha conferito con il giudice George Villegas informandolo che il suo cliente aveva appositamente annullato i suoi impegni in Europa per presenziare, ma si è ammalato, forse a causa di un avvelenamento da cibo. Villegas ha allora rinviato il tutto al prossimo lunedì 3 ottobre, avvertendo però l’avvocato che, se DMX non si presenterà davanti alla Corte, diventerà un ricercato. Le accuse si riferiscono ad un incidente stradale avvenuto lo scorso 15 aprile dove sono rimasti coinvolti due poliziotti. Il rapper era alla guida della sua SUV nonostante la sospensione della patente per svariate multe e violazioni del codice della strada precedenti a questo episodio. .

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.