Brian May: "La stampa ha sottilmente stravolto le mie parole"

La polemica è nata per le parole del chitarrista dei Queen contro l’eliminazione delle categorie di genere ai Brit Awards
Brian May: "La stampa ha sottilmente stravolto le mie parole"

Il chitarrista dei Queen Brian May ha criticato i "predatori attacchi della stampa" per aver "sottilmente stravolto" le sue parole sui suoi commenti che coinvolgono la comunità trans.

La scorsa settimana, gli organizzatori dei Brit Awards, gli annuali premi assegnati dalla industria fonografica britannica, hanno annunciato che avrebbero eliminato quattro premi - artista solista maschile, artista solista femminile, artista solista internazionale maschile e artista solista internazionale femminile – sostituendole con due categorie neutre — artista dell'anno e artista internazionale dell'anno.

Hanno motivato questo cambiamento dicendo che lo scopo era quello di premiare gli artisti "esclusivamente per la loro musica e il loro lavoro, piuttosto che per come scelgono di identificarli o come altri potrebbero vederli".

Parlando con il quotidiano britannico The Mirror, May è stato citato riportando che il chitarrista credeva che i Queen "non sarebbero stati considerati abbastanza diversi" se lui e i suoi compagni avessero iniziato la carriera al giorno d'oggi. Secondo quanto riportato, ha aggiunto inoltre di essere "molto a disagio per alcune delle decisioni che vengono prese dettate dalla paura".

Ora May a mezzo social media ha affermato di essere stato vittima "di un'imboscata" e ha voluto chiarire che non intendeva offendere nessuno. Ecco quanto ha scritto: "Mi hanno teso un'imboscata completamente cucita da un giornalista al recente evento di ITV. La cosa ha portato a tutta una serie di articoli sulla stampa che mi fanno sembrare ostile alla comunità trans. Niente potrebbe essere più lontano dalla verità. Le mie parole sono state sottilmente distorte. Avrei dovuto saperlo prima di parlare con quei predatori della stampa. Porgo scuse sincere a chiunque sia stato ferito da queste storie. Il mio cuore è aperto come sempre agli esseri umani di tutti i colori, tutti i credo, tutti i sessi e le sessualità, di tutte le forme e dimensioni, a tutte le creature. Tutti meritiamo rispetto e un posto uguale in questo mondo. Voglio ringraziarvi tutti che mi avete difeso negli ultimi due giorni. Ha molto significato che avete fiducia in me".



Nella intervista all'evento di ITV , Brian May aveva dichiarato: "Mi sento molto a disagio per alcune delle decisioni che vengono prese, spesso per paura. Perché la gente ha molta paura di dire ciò che pensa. C'è un'atmosfera orribile. Sono convinto che se i Queen iniziassero ora, saremmo costretti ad avere nella band persone di colore diverso, sessualità diverse e una persona trans. Ma la vita non deve essere così. Possiamo essere separati e diversi”.

In un'altra intervista con il Sun sull'abolizione delle categorie del medesimo Brian May ha dichiarato che questa decisione potrebbe svantaggiare il genere femminile: "Onestamente non so se svantaggi un genere, ma è una decisione che è stata presa senza riflettere abbastanza.

Ci sono tante cose che funzionano abbastanza bene e possono essere lasciate così come sono. Sono stufo delle persone che cercano di cambiare le cose senza pensare alle conseguenze a lungo termine. Alcune di queste cose sono un miglioramento, altre no. Ciò che conta è la giustizia e l'uguaglianza delle opportunità, non importa chi sei, e questo in realtà non sta accadendo poiché tutti stanno saltando alle conclusioni e hanno paura di fare la cosa sbagliata. Lo trovo molto spiacevole. Devo dire che non credo che le cose stiano andando molto bene.".



Dopo che i commenti originali di May sono stati pubblicati, un certo numero di utenti di Twitter ha criticato il chitarrista, con molti sottolineando che i QUEEN erano originariamente guidati da Freddie Mercury, una persona queer di colore che vive con l'HIV.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2022 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.