Rockol Awards 2021 - Vota!

Dai Carcass al folk coreano passando per il jazz: chi è Jung Jae-il, il compositore della colonna sonora di ‘Squid Game’

Al cinema l’abbia già sentito nel commento musicale del popolare ‘Parasite’: tra le fonti di ispirazione del compositore nato a Seul non manca il metal più estremo
Dai Carcass al folk coreano passando per il jazz: chi è Jung Jae-il, il compositore della colonna sonora di ‘Squid Game’

Pare che tutto - riferisce la testata coreana Chosum - sia iniziato all’età di 13 anni: Jung Jae-il era ancora alle medie, e come tanti suoi coetanei dimostrava molto interesse per la musica, ma in maniera decisamente non convenzionale, e non solo per i bambini della sua età. Pubblicando un annuncio su un giornale locale, il futuro compositore di fiducia del regista suo connazionale Bong Joon-ho, che anni dopo gli avrebbe affidato gli score di “Okja” (2017) e di “Parasite”, film premiato con la Palma d’Oro a Cannes nel 2019, disse di cercare “un pianista e un cantante per fare musica alla Carcass”, la violentissima grindcore band britannica di Bill Steer e Jeff Walker.

Pur proseguendo i propri studi su un percorso decisamente più istituzionale, diplomandosi all’accademia jazz di Seul, Jae-il non ha dimenticato il suo primo amore, continuando a coltivare la propria passione per il rock - e imparando a suonare perfettamente batteria, basso e chitarra elettrica:

Nel 1999 l’artista entra a far parte - in veste di bassista - dei Giggs, band nella quale militano anche il chitarrista Han Sang Won e il cantante Lee Juck:

La formazione, però, non dura a lungo: dopo la pubblicazione del secondo album di studio, nel 2000, il gruppo si separa. Poteva essere la fine di una promettente quanto acerba carriera, ma Jae-il tiene duro e riscopre un suo vecchio amore, il cinema.

L’artista, infatti, compose il suo primo score quando - appena quindicenne, nel 1997 - firmò la partitura di “Bad Movie”, produzione a basso costo e dai contenuti espliciti: tornato a segnalarci nell’ambiente, Jae-il firma i commenti musicali a “Romance of Their Own” del 2004, “Marine Boy” del 2009 e “Haemoo” del 2014, ma il meglio - come si dice - doveva ancora venire.

Proprio grazie a “Haemoo” Jae-il entra in contatto con Bong Joon Ho, regista e sceneggiatore coinvolto nella realizzazione del lungometraggio in qualità di produttore: il cineasta crede nel talento del suo giovane connazionale e gli affida prima lo score di “Okja” del 2017, poi - due anni dopo - di “Parasite”, pellicola che conquisterà la Palma d’Oro al Festival di Cannes del 2019 e, un anno dopo, quattro premi Oscar, compreso quello come Miglior Film, mai assegnato prima di allora a un’opera non in lingua inglese.

Come è arrivato, Jae-il, a mettere mano alle partiture di “Squid Game”? L’artista aveva incrociato la propria strada con quella di Netflix nel 2017, quando “Okja” fu distribuito propria dalla piattaforma americana con quartier generale a Los Gatos, California. La produzione della serie iniziò proprio nel 2019, quando Jae-il stava conoscendo il proprio momento di gloria proprio grazie “Parasite”.

Oltre agli impegni cinematografici, l’artista è anche molto apprezzato come produttore di musica tradizionale coreana: oltre ad aver collaborato con voci di spicco della scena locale come Yoon Sang, Lee Juck e Yoon Do Hyun, Jae-il si è esibito insieme all’attore e cantante Park Hyo-shin al cospetto di Donald Trump in occasione della visita istituzionale dell’ex presidente degli Stati Uniti in Corea del Sud nel 2017, proponendo un set di musica tradizionale:

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.