Ma c'era davvero bisogno di una reunion delle t.A.T.u.?

Il duo russo ha annunciato un concerto: in scaletta non mancherà “All The Things She Said", la canzone che ha reso celebri le due cantanti.
Ma c'era davvero bisogno di una reunion delle t.A.T.u.?

Il loro brano più famoso è “All The Things She Said".

Impossibile non ricordare il video girato sotto la pioggia fra abiti da scolaretta e baci lesbo. Su YouTube vanta oltre 250 milioni di visualizzazioni. Nei primi anni Duemila furono una delle coppie più amate e al tempo stesso criticate dal grande pubblico di ascoltatori, per la loro capacità di portare in scena e in musica anche temi scottanti per il periodo storico. In molti le hanno accusate di "fare marketing" su temi importanti come la libertà sessuale. Ma c'è anche da sottolineare che, esclusa la sopracitata canzone, non c'è molto altro da ricordare. Le t.A.T.u., cioè Lena Katina e Julia Volkova, hanno annunciato nelle scorse ore una reunion che avverrà nella primavera del 2022. Da tempo se ne parlava, ora è arrivata l'ufficialità.

Dopo ben dieci anni dall’addio alle scene nel 2011, il duo pop russo torna così sul palco. È con un breve video condiviso su Instagram che la “rossa” Lena Katina ha annunciato il ritorno sul palco delle t.A.T.u.: “Il comeback ufficiale delle t.A.T.u. sarà nella primavera del 2022!”, ha raccontato Katina che ha coinvolto i fan chiedendo loro di inserire in un apposito box risposte, i nomi degli ospiti che vorrebbero veder condividere il palco con le due cantanti. L'ultima esibizione ufficiale risale al 2014 quando le due si esibirono alla cerimonia di inaugurazione delle Olimpiadi di Sochi. Ora la reunion: ma qualcuno ne sentiva davvero il bisogno?. 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.