Fabrizio De André, "Anime salve" usciva 25 anni fa

L'ultimo album in studio della carriera del cantautore genovese
Fabrizio De André, "Anime salve" usciva 25 anni fa

"Tre anni di riflessioni, tre anni di lavoro e sono ancora sei anni di attesa.

Poi, il 19 settembre 1996, arriva 'Anime salve', uno schiaffo che gli italiani ricevono volentieri: primo posto tra gli album più venduti e triplo disco di platino con la Ricordi che mette sotto contratto Fabrizio per un nuovo disco da pubblicare entro il 2000, che non si farà mai. Ci sono tre perfezionisti a lavorare, litigare e contendersi parole, musica, strumenti e arrangiamenti: Fabrizio De André, Ivano Fossati e Piero Milesi. Ma a creare la grande anima sono tante piccole anime, più o meno salve (intese come “sole”) e Fabrizio le elenca come in una anamnesi artistica, un appello commosso, quasi un lascito di riconoscenza da titoli di coda: «La ricerca di 'Anime salve' arriva da molto lontano, dall’attenzione che ho prestato nel volgere degli anni alle esperienze altrui, da tutti i musicisti e gruppi con cui ho collaborato. A partire da Reverberi e dai New Trolls per arrivare a Fossati e Milesi, attraverso il confronto con Piovani, Bentivoglio, De Gregori, Bubola, Pagani e la Pfm. Ognuno ha portato il suo contributo, facendo sì che in questo disco si riunissero tendenze e svariati generi».

L’ultimo lavoro in studio di De André per molti è stato anche il migliore. Indubbiamente i testi («Al 90 per cento scritti da Fabrizio, con qualche idea e intuizione mia» riconosce Fossati) appartengono alla narrativa di spessore assoluto ma c’è anche la musica che assomiglia molto a Ivano Fossati («Il 90 per cento è mia con qualche contributo di Fabrizio»), così etnica, raffinata, a volte forse brinosa, senza la concessione del pianoforte che Fossati avrebbe voluto inserire e che De André gli boccia perché non c’entra niente con gli umili della solitudine, filo conduttore delle nove canzoni del disco".


Con queste parole Federico Pistone racconta nel suo libro "Tutto De André" (Arcana) l'album che ha chiuso la discografia di Fabrizio De André.

Qui la recensione di Rockol in occasione della riedizione dell'album in vinile.

 

E qui di seguito potete riascoltare tutte le canzoni del disco.

Princesa (04:50)

Khorakhanè - A forza di essere vento (05:28)

Anime salve (05:49)

Dolcenera (04:57)

Le acciughe fanno il pallone (04:43)

Disamistade (05:10)

A cumba (04:03)

Ho visto Nina volare (03:55)

Smisurata preghiera (07:06)

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.