Nikki Sixx sui farmaci: "Le aziende farmaceutiche sono avide e le norme troppo permissive"

Il bassista di Motley Crue e Sixx:A.M. festeggia i venti anni da quando si è ripulito da alcol e droga
Nikki Sixx sui farmaci: "Le aziende farmaceutiche sono avide e le norme troppo permissive"

Il bassista dei Motley Crue Nikki Sixx ha festeggiato con un messaggio pubblicato sul suo account Instagram i venti anni di sobrietà.

Queste le parole spese dal 62enne Franklin Carlton Serafino Feranna Jr.

, questo il suo vero nome: "Alcune persone proveranno a prenderti a calci nelle palle, a rubarti i soldi, a pugnalarti alle spalle, con la garanzia di deluderti, di sabotare la tua vita, di non credere in te e di spettegolare che non farai mai un giorno senza droghe o alcol. E sai tu cosa farai? RESTERAI SOBRIO UN GIORNO ALLA VOLTA. Tu sei il miracolo, sei quello che spezza la catena della dipendenza, quello che è un amens vivente. Quello che ha alterato la tua storia familiare. Vivrai nella gratitudine per coloro che non hanno mai pensato che saresti rimasto sobrio o uscito vivo PERCHÉ LORO TI HANNO RESO PIU' FORTE e sai perdonare gli stronzi. E quando vedi persone che stanno ancora soffrendo o ansimando, assicurati di gettare loro un giubbotto di salvataggio. Perché ora restituiamo a quelli che sono ancora afflitti e sperano che anche loro lo trasmettano".



Sixx non è nuovo ai festeggiamenti per l'impresa che gli ha salvato la vita.

Lo scorso anno celebrò l'anniversario. In occasione del suo 19° anniversario l'anno scorso scrisse che la sobrietà è "la strada che vale la pena percorrere se stai lottando. I veterani sono qui per guidarci, ma i nuovi arrivati alla sobrietà sono il dono più grande di questo semplice programma. Certo non è sempre facile. La prima cosa che ho fatto e continuo a fare è eliminare le persone tossiche dalla mia vita, poi arriva il primo passo e poi la libertà (se ci lavori). Anche i non tossicodipendenti potrebbero usare il programma dei dodici passi per migliorare le loro vite. Per me è un programma di vita. Sono migliore come uomo, padre, marito, amico, compagno di band e spirito creativo grazie a questo programma. Guardo in alto tutti i giorni e dico grazie".



Nikki Sixx ha trascorso del tempo negli ultimi anni a sostenere una maggiore attenzione per la crescente crisi degli oppiacei negli Stati Uniti. Nel 2017, il bassista scrisse un editoriale in cui sottolineò che le overdosi negli Stati Uniti uccidono più persone degli "incidenti d'auto e degli omicidi da armi da fuoco insieme" e gli oppioidi da prescrizione e l'eroina sono i principali responsabili delle overdose.

Sixx affermò anche che i produttori di farmaci dovrebbero essere ritenuti responsabili per le loro tattiche di marketing dei farmaci che creano dipendenza, affermando: "Possiamo limitare meglio le prescrizioni degli antidolorifici. Le aziende farmaceutiche sono avide e le normative sono troppo permissive". Preoccupato per il messaggio che invia a coloro che lottano con la dipendenza, Sixx ha commentato: "Se non riusciamo a intraprendere queste azioni necessarie, stiamo dicendo ai tossicodipendenti: 'Non vale la pena salvarti.' Sono qui per dirvi che vale la pena salvare tutti i tossicodipendenti".

Rendendosi conto di essere in una posizione fortunata con una "buona assicurazione sanitaria" e una rete di supporto che va da "una famiglia amorevole" agli Alcolisti Anonimi, oltre alla disponibilità economica, Sixx sa bene che altri possono non avere accesso a queste risorse. "Ma non sono meno meritevoli di aiuto. Nessuno è un drogato per scelta. E nessun drogato è una causa persa".
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.