Guida pratica ai tormentoni italiani dell'estate 2021

Scalano le classifiche e macinano centinaia di migliaia di ascolti sulle piattaforme di streaming: quale sarà la regina di quest'anno?
Guida pratica ai tormentoni italiani dell'estate 2021
Credits: Francesco Vezzoli

Un tempo si combatteva a suon di monetine infilate nei juke-box.

Oggi la guerra dei tormentoni passa invece per gli stream sulle piattaforme e le classifiche dei brani più trasmessi dalle radio. E ogni anno incuriosisce il pubblico: quale sarà la canzone regina dell'estate? Quest'anno la maratona è più che mai affollata: alcuni hanno iniziato a correre già diverse settimane fa (è il caso di J-Ax e Jake La Furia, in gara con "Salsa", ma anche di Francesca Michielin e Samuel dei Subsonica, che conquistano le radio con la loro "Cinema", e di Takagi e Ketra con Giusy Ferreri e la loro "Shimmy shimmy"), altri si sono aggiunti solo in un secondo momento (i Boomdabash non mancano all'appello: dopo "Non ti dico no", "Per un milione", "Mambo salentino" e "Karaoke", il gruppo salentino ci riprova quest'anno con "Mohicani", insieme a Baby K). Qui abbiamo raccolto tutti i pezzi in gara, in una vera e propria guida ai tormentoni italiani dell'estate 2021. .

Elettra Lamborghini - "Pistolero"

Allusioni e doppi sensi a sfondo sessuale ("Dimmi se sei un uomo vero / un pistolero / sai già dove mirare"), ma anche fischi western e coretti sospiranti sanciscono il ritorno sulle scene della twerking queen Elettra Lamborghini. La giovane rampolla sfodera a un anno di distanza dal duetto con Giusy Ferreri su "La isla" una canzone pop su base dal beat latino, con versi scanzonati che sembrano essere stati scritti appositamente per le caption Instagram dei primi scatti dell’estate Venti Ventuno: "Te amo te quiero tequila / balliamo toda la noche o toda la vida". Il pezzo è scritto da Adel Al Kassem, Andrea Spigaroli (visto ai provini di "X Factor" nel 2017) e Riccardo Scirè, che lo ha anche prodotto.

Gianni Morandi - "L'allegria":

Negli Anni '60 le sue canzoni facevano da colonna sonora di un paese che si lasciava alle spalle la guerra e si apprestava a voltare pagina, crescendo.

Nel 2021 "L'allegria", con lo zampino di Jovanotti (gliel'ha affidata dopo averla provinata per il suo ultimo disco, prodotto da Rick Rubin), accompagna una doppia ripartenza: quella personale dell'"eterno ragazzo" della canzone italiana (che si è ripreso dopo il bruttissimo incidente nel quale è rimasto coinvolto lo scorso marzo mentre ripuliva il giardino della sua tenuta sui colli bolognesi da erbacce e sterpaglie, cadendo in un braciere) e quella del Paese intero dopo la pandemia. Parte citando "Misirlou" di Dick Dale, tema poi ripreso da Quentin Tarantino per i titoli di testa di "Pulp Fiction" e arrivato ai giovanissimi grazie a "Pump it" dei Black Eyed Peas (correva l'anno 2006), poi diventa un pezzo a metà tra Jovanotti e Toto Cutugno ("Il sogno di un ragazzo italiano, la strada di casa che porta lontano / lo sguardo perso nello specchio sopra il lavandino, un ragno che mi guarda negli occhi dal comodino), poi finisce a Dalla ("Mi serve un indizio stasera, in questa atmosfera, la fine di un'era / mi ci vuole quello che mi ci vuole, quello che mi ci vuole"). Un'iniezione di entusiasmo.

J-Ax e Jake La Furia - "Salsa"

Ha commosso con il pezzo dedicato al figlio, scritto mentre combatteva con il Covid-19 ("Ho avuto paura di morire", ha detto), "Voglio la mamma". Ma fondamentalmente J-Ax resterà sempre lo zio pronto a farti sballare: è così dai tempi di "Ohi Maria". E infatti ecco quello che lui stesso ha definito il pezzo più zarro che abbia mai fatto. Roba che - parole sue - "Ostia lido" in confronto è "La cura" di Battiato. C'è anche il feat di Jake La Furia dei Club Dogo: bisogna aggiungere altro?

Gaia - "Boca"

Nell'estate italiana c'è spazio anche per un brano cantato in lingua portoghese intitolato "Boca". Ad interpretarlo è la 23enne cantautrice italo-brasiliana Gaia (nota per avere trionfato nella diciannovesima edizione del talent show Amici di Maria De Filippi, dopo essersi classificata in seconda posizione alla decima edizione di X Factor) che per l'occasione ha fatto squadra con il rapper giamaicano Sean Paul, già al lavoro con big del calibro, tra gli altri, di Beyoncé, Rihanna, Bob Sinclar, Sia e Dua Lipa. In "Boca" Gaia canta la voglia di ricominciare a viaggiare con spensieratezza lasciandosi trasportare dall'onda emotiva delle sensazioni senza preoccuparsi della destinazione finale. “Non è il momento giusto per pensare ai brutti giorni – dice - Svuota la mente. Senti la vibrazione!”.

Il Pagante - "Open bar"

Il trio milanese Il Pagante, composto da Roberta Branchini, Federica Napoli e Eddy Veerus, per l'estate 2021 ha pensato di offrire alla rotazione radiofonica una canzone intitolata “Open Bar”. I tre ragazzi la presentano così: “L’estate 2021 per qualcuno è l’estate del 'tutto aperto' dopo un anno e mezzo di reclusione forzata e noi abbiamo deciso di farla cominciare al grido di 'Open Bar', che per definizione è sempre stato sinonimo di liberi tutti o avanti il prossimo”. E aggiungono ancora: “Siamo consci del periodo storico che stiamo vivendo e chiaramente la nostra provocazione sta proprio qui: Chi vuole una estate open bar? La risposta è prevedibile, TUTTI”. Il brano si giova della partecipazione di Stash dei The Kolors.

Annalisa e Federico Rossi - "Movimento lento"

Annalisa ha scelto quale canzone per andare a intrattenere questa estate il pubblico italiano "Movimento lento". Come si suole dire, due cuori sono meglio di uno, e così al suo fianco compare Federico Rossi, il Fede di Benji & Fede. L'interprete ligure sa molto bene quali sono gli ingredienti di cui si sente il bisogno in un brano da ascoltare sotto l'ombrellone e dice: “"Movimento lento" è un pezzo divertente, che porta a ballare e a far muovere la testa. È un brano in cui sono presenti moltissime immagini cinematografiche, fotografie che nell’immaginario diventano dei veri e propri quadri. Inoltre, la collaborazione con Merk and Kremont e la sintonia immediata che si è creata, davvero naturale, ha fatto sì che la storia raccontata nel singolo fosse perfettamente congruente con il suo suono."

Rocco Hunt e Ana Mena - "Un bacio all'improvviso"

L'estate è meglio cantarla in due, ancora meglio se i due che la cantano sono una femmina e un maschietto. Non si sottrae all'assioma Rocco Hunt che ha chiamato a sé per la sua "Un bacio all'improvviso" la cantante spagnola Ana Mena. La coppia è collaudata e aveva impazzato già la scorsa estate nella classifica italiana con "A un passo dalla luna". Del nuovo brano dicono all'unisono, “è un mix perfetto di sensualità, allegria e spensieratezza”.

Noemi e Carl Brave – "Makumba"

E' acclarato che le canzoni dell'estate funzionano meglio se a interpretarle si è in due. Ancora meglio se la coppia è formata da un uomo e una donna. In questa ottica uno dei brani che più si candida a fare la parte del leone nell'estate del 2021 è quello che vede al lavoro il duo made in Roma formato da Noemi e Carl Brave, al secolo Carlo Luigi Coraggio. La loro "Makumba" ha gli ingredienti miscelati alla perfezione. "E mentre il sole sale sale sale salе su/E a chi ci vuole male male malе una Makumba/Che mi frega a me, mi basta che rimani tu"

Clementino e Nina Zilli - "Señorita"

Anche "Señorita" conferma quella che è la formula vincente per un tormentone estivo degno di questo nome: duetto donna e uomo ad interpretarla, il richiamo al mare e alle calde serate che propone l'estate, il tutto condito da un ritmo in levare. Alla scrittura della canzone oltre agli interpreti, Clementino e Nina Zilli, hanno partecipato Rocco Hunt (che per l'estate 2021 ha pubblicato "Un bacio all'improvviso" insieme ad Ana Mena) e Federica Abbate. Il musicista napoletano della Zilli e del brano dice: “Duettare con Nina è un desiderio che avevo da tempo. Lei sembra la mia versione femminile sia umanamente che musicalmente. Sono felice di “Señorita” e credo che possa essere una delle tracce “hit killer” di questa estate! Il reggae tropicale di questo brano è super coinvolgente”. Dal canto suo la Zilli non può che dichiararsi altrettanto felice di avere unito la sua voce a quella di Clementino: “Cantare al fianco di Clementino è stato naturale e molto divertente. Abbiamo background musicali diversi ma anche molto affini…spero che si senta tutta questa passione.”

Fedez, Achille Lauro, Orietta Berti - "Mille"

Dritta al numero 1, per tre settimane di fila. Orietta Berti che torna in testa alla classifica dopo 55 anni: per il momento, nella gara dei tormentoni, sta vincendo "Mille", dell'inedito trio con con Fedez e Achille Lauro, formatosi dopo Sanremo. Qualche polemica per la citazione della Coca Cola nel ritornello: una sponsorizzazione - pratica sempre più diffusa anche nelel canzoni o una semplice menzione di un prodotto iconico? Sia quel che sia, il suono vintage  per una volta ci allontana dal reggaeton che è la soluzione più semplice, per un tormentone.

Fabio Rovazzi ed Eros Ramazzotti- "La mia felicità" 

La prima canzone in due anni del "Non-cantante" è un duetto con Eros Ramazzotti: un po' suoni disco, un po' citazioni delle canzoni precedenti. In attesa di un video - kolossae che ha richiesto una lunga produzione (e che debutterà  il 5 luglio), si può ascoltare la traccia audio. Andrà a comandare l'estate, o quei tempi sono finiti?

Gazzelle e Mara Sattei - "Tuttecose"

Anche il cantautore romano non ha saputo resistere al richiamo delle canzone estiva, con una canzone che -sopresa - parla di mare. La canzone è firmata assieme a Federico Nardelli (suo storico produttore) e cantata assieme a Mara Sattei, con questo video prodotto da Antonio Giampaolo per Maestro, una delle due società che ha prodotto una buona parte dei video che vedete qua (l'altra è Borotalco.TV).

Sangiovanni - "Malibù"

Presentata per la prima volta nel corso della terzultima puntata dell’annuale edizione del talent show “Amici” - e arrivata seconda, “Malibù” è stata scritta dallo stesso diciottenne artista vicentino con l’aiuto di Dardust e Alessandro La Cava, quest’ultimo già tra le firme degli altri due singoli di Damian Giovanni Pietro, "Lady" e "Hype": su una base urban ammiccante scorrono le immagini - a parole - di un litigio, e della conseguente riappacificazione, di due giovanissimi innamorati. Frame di quotidianità che potrebbero diventare la colonna sonora dell’estate di molti under 20.

Fred De Palma - "Un altro ballo"

Il rapper torinese ha messo insieme una squadra d’eccezione per confezionare una delle potenziali hit dell’estate 2021: oltre alla presenza, al microfono, della star brasiliana Anitta - già con il cantante di “Una volta ancora” per “Paloma” dello scorso anno - Federico Palana si è rivolto alle penne di Davide Petrella e Federica Abbate (per il testo) e dei compositori Alessandro Merli e Fabio Clemente, delegando ai Re Mida delle chart tricolore Takagi & Ketra il compito di assemblare “Un altro ballo”, manuale di reggaetton da alta classifica che sarà molto difficile, nelle settimane a venire, non sentire uscire dagli impianti di bar e locali con vista mare.

Boomdabash - "Mohicani"

Tra dancehall e suggestioni latin, Ketra e soci cercano di mettere l’ipoteca sul titolo di tormentone estivo per l’estate 2021 dividendo il microfono con Baby K: a firmare le rime è stata chiamata una squadra di consolidati hitmaker, da Federica Abbate al figlio d’arte Cheope (Alfredo Rapetti), passando per Rocco Hunt. La presenza nei crediti di Alessandro Merli, meglio conosciuto come Takagi, mette il brano in ideale competizione con “Un altro ballo” di Fred De Palma, la cui produzione e registrazione ha visto coinvolti metà dello staff mosso per “Mohicani”. Sarà una bella gara...

Madame - "Marea" 

Un video onirico, diretto da Attilio Cusani, per una canzone estiva, ma dai significati più nascosti. Madame, dopo aver presentato “Voce” al festival di Sanremo e aver pubblicato il suo primo e omonimo album, pubblica “Marea”. “C’è una frase che ripeto all’inizio del brano che significa teoricamente ‘il sud del tuo corpo’, ovvero l’oasi il mezzo al Sahara. Capite da soli… – dice Madame sui social – quando dico ‘Samba con i tuoi occhi Samba’ significa che i miei occhi iniziano a danzare con i tuoi occhi. ‘Santa nei tuoi occhi Santa’ ovvero sono così pura nei tuoi occhi. Nel ritornello c’è una semi esplosione, Calipso diventa mare, diventa marea. E poi diventa tutto più carnale fra tocchi, salti, danza...”

Samuel e Francesca Michielin - "Cinema"

Un mix di citazioni per un pezzo caldo. “Cinema”, scritto e composto da Samuel, Colapesce e Federico Nardelli, arriva dopo “Brigatabianca”, il secondo album solista del cantante torinese, uscito a gennaio 2021. “Cinema” è un universo costellato di icone pop senza tempo, che conduce l’ascoltatore dentro un immaginario di riferimenti cinematografici: “L’erotismo delle opere di Tinto Brass, la nouvelle vague di François Truffaut, il triangolo più famoso della storia del cinema messo in scena da Jules et Jim e la citazione del Quentin Tarantino di Jackie Brown, il tutto scandito dal sound della produzione di Federico Nardelli, che regala un immediato senso di spensieratezza”, spiegano Samuele e Francesca Michielin.

Sud Sound System e Albano - "Come l'edera"

Si chiama "Come l'edera", ma Nilla Pizzi questa volta non c'entra niente. È il nuovo singolo dei Sud Sound System, la band più longeva della Puglia, che per festeggiare i trent'anni di carriera chiama Al Bano, decidendo di dare vita a una delle collaborazioni più bizzarre dell'estate. Generazioni lontane e due stili musicali difformi che, mixandosi, provano a forgiare un tormentone tutto da ballare. "Quando tutto appare confuso e anche il contatto umano viene messo a repentaglio da un virus invisibile, l’uomo sa farsi linfa attraverso le proprie radici e riscattarsi; lo stimolo di non arrendersi davanti alle difficoltà, coltivando il seme della speranza per riuscire a rialzarsi ogni volta", hanno spiegato gli artisti.

Nek - “Un’estate normale”

Per Nek l’estate 2021 è all’insegna delle piccole cose di sempre e della normalità. Il nuovo singolo estivo del cantante di Sassuolo, intitolato “Un’estate normale” e uscito a oltre un anno di distanza dal secondo disco del progetto “Il mio gioco preferito”, è stato presentato dall’artista come “un augurio a tutti noi... che, nonostante tutto, non abbiamo perso la voglia di ballare e cantare”. Dopo un 2021 segnato ancora dalla pandemia da Coronavirus e per il musicista iniziato con un incidente con la sega circolare, per il periodo estivo che esige allegria e spensieratezza Nek propone un brano leggero, pop, dai suoni elettronici. “Voglio ancora cantare e guardarti ballare / Niente di eccezionale, voglio un'estate normale”, canta il cantante. 

Aka 7even - “Loca”

Tra i finalisti di “Amici 2021”, Aka 7even entra nella gara dei tormentoni con una canzone che è una hit già da settimane: “Loca”. Ascoltata per la prima volta durante l’ultima edizione del talent di Maria De Filippi”, la canzone è stata scritta dallo stesso Luca Marzano - questo il nome all’anagrafe della voce di “Mi manchi” insieme a Gianvito Vizzi e Max Elias Kleinschmidt. Il brano è accompagnato da una clip prodotta e diretta da Fabrizio Cestari di cui Aka 7even ha detto: “Per ‘Loca’ abbiamo pensato a un video che rispecchiasse lo spirito del brano: fresco, giovane. Il sapore è quello dell’estate, proprio come il ritmo irresistibile che ti porta a non riuscire a star fermo. E ovviamente non poteva mancare la passione, che viene raccontata in ‘Loca’ sin dal titolo. La location poi, è fenomenale: anche durante le riprese ci siamo divertiti moltissimo. Spero davvero che questo brano possa accompagnare le nostre giornate (e, perché no, le serate estive) e regalarci un po’ di spensieratezza”.

Irama - “Melodia proibita”

Dopo l’elettronica di “La genesi del tuo colore”, canzone presentata in gara a Sanremo 2021, Irama torna con un nuovo brano dalle atmosfere latin e mediterranee per l’estate 2021. “Stasera, no, non pensiamo a niente, tanto non ci serve / Mentre mi stringerai vestita solo della mia pelle / Tra le luci spеnte, suono una melodia proibita”, recita il ritornello del pezzo, con cui il cantante toscano punta a far cantare e ballare tutti nelle calde sere estive. 

Shade - “In un’ora”

A un anno di distanza da “Autostop”, Shade ha pubblicato “In un’ora”, brano che per la sua leggerezza e spensieratezza fin dalla sua uscita si è candidato a colonna sonora di questa estate 2021. Tra pop e rap, senza perdere il proprio tratto distintivo , nel suo nuovo singolo il rapper torinese racconta di una storia d'amore nata tra i balconi del lockdown e canta: “Io che passo l'estate in centro / Prendo il sole in appartamento / Io lo amo il mio appartamento / (Mento) troppo caldo qui dentro / Per fortuna il mio balcone confina col tuo”. “In un’ora” è accompagnato da un video scritto dallo stesso Shade insieme a Cristofer Stuppiello e Matteo Grandi, per la regia di Federico Santaiti, che vede come protagonista femminile Giulia Salemi. 

Takagi & Ketra con Giusy Ferreri - "Shimmy shimmy"

Non potevano mancare loro, che del genere dei tormentoni sono campioni. Con i pezzi che hanno prodotto, da "Nu juorno buono" di Rocco Hunt a diverse canzoni citate in questa guida, passando per "Roma-Bangkok" di Baby K e Giusy Ferreri, "Oroscopo" di Calcutta, "Per un milione" dei Boomdabash, "Una volta ancora" di Fred De Palma e Ana Mena, hanno superato il miliardo di stream complessivi sulle piattaforme, conquistato 130 Dischi di platino e un Disco di diamante. Dopo "L'esercito del selfie", "Da sola/In the night", "Amore e capoeira", "La luna e la gatta", "Jambo", "Ciclone" e "Venere e Marte", ora Takagi & Ketra - all'anagrafe Alessandro Merli e Fabio Clemente, 47 e 35 anni - portano avanti la loro carriera da protagonisti con "Shimmy shimmy", che li vede tornare ad affidarsi alla voce di Giusy Ferreri. Sonorità arabeggianti e beat, per un pezzo da ballare in acqua - durante le lezioni di acquagym - e fuori. 

Marco Mengoni - "Ma stasera"

“Ma stasera” è il singolo dell'estate di Marco Mengoni. Il brano è un’immersione nelle sonorità della disco-funk e dell’elettronica degli anni ‘80 rielaborate per renderle contemporanee e portarle alla modernità dei giorni nostri. Un pezzo funk, un incontro tra digitale e analogico, “sintetico” e “suonato” insieme, in grado di unire drum machine, basso synth e batteria elettronica con archi, piano e chitarre suonate. 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.