Mick Jones, che fu cacciato dai Clash

Il chitarrista londinese uscito dalla band di Joe Strummer ha formato, prima i Big Audio Dynamite e poi i Carbon/Silicon
Mick Jones, che fu cacciato dai Clash

Mick Jones nasce nel sud di Londra, a Clapham, il 26 giugno 1955 e cresce a Brixton con la nonna, dopo la separazione dei suoi genitori avvenuta quando il ragazzino aveva nove anni. Diventa famoso a partire dal 1976 grazie ai Clash, con cui esordisce nello stesso anno con l’album omonimo. "Combat Rock" contiene la famosa hit “Should I stay or should I go”, scritta dallo stesso Mick. Il chitarrista viene estromesso dai Clash nel 1983 per diversità di vedute artistiche. L'anno seguente, nel 1984, forma, con Don Letts, i Big Audio Dynamite. La band rimase attiva fino al 1995. Nel 2003 Mick dà vita, insieme a Tony James, ai Carbon/Silicon.

“Should I stay or should I go”, dall'album dei Clash "Combat Rock" (1982).

Un altro classico del gruppo cantato da Jones è "Train in vain", brano incluso nell'album "London Calling" (1979).

Dopo l’uscita dal gruppo, forma nel 1984 i Big Audio Dynamite - riunitisi nel 2011 - insieme a Don Letts. Ecco "E=MC2", dall'album "This is Big Audio Dynamite" (1985).

La band flirta anche con l'elettronica: ecco "C'mon everybeatbox", che cita "C'mon everybody" di Eddie Cochran. Il brano è contenuto nel secondo album dei Big Audio Dynamite, "No. 10, Upping St." (1986).

"Rush", da "The Globe" del 1991.

Nel 1996 Mick Jones insieme a Tony James forma i Carbon/Silicon. Questa è "Big Surprise".

Nel 2012, dopo aver ricoperto il ruolo di produttore dei Libertines di Pete Doherty, Mick Jones va in tournée con la Justice Tonight Band, tornando a suonare canzoni dei Clash. Come "White Man in Hammersmith Palais", in origine pubblicato come singolo dalla band londinese nel giugno 1978.

Nel 2010 Mick Jones va in tour con i Gorillaz, ritrovandosi con Paul Simonon dei Clash. "Clint Eastwood" è una hit uscita nel primo album "Gorillaz".

Una carriera parallela anche nelle produzioni e collaborazioni: ecco "Reeboot the mission" con i Wallflowers, dall'album "Glad All Over" (2012).

Chiudiamo questa carrellata come l'abbiamo iniziata: "Should I stay or should I go", in versione voce e chitarra, dal vivo nel 2009.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.