DMX, dopo la morte stream e vendite si impennano del 1000%

La riscoperta postuma del catalogo a poche ore della scomparsa è ormai un classico dell’epoca dello streaming. E Earl Simmons non ha fatto eccezione…
DMX, dopo la morte stream e vendite si impennano del 1000%

Si è inevitabilmente riverberata sulle principali piattaforme di streaming la morte di Earl Simmons, meglio conosciuto come DMX, la star del rap scomparsa a New York lo scorso venerdì, 9 aprile, per le conseguenze di un arresto cardiaco provocato - secondo le prime indiscrezioni - da un’overdose: stando alle prime stime diffuse da MRC Data, la società di mercato alla quale l’edizione americana di Billboard si rivolgere per compilare le classifiche di vendita, il catalogo dell’artista tra il 9 e il 10 aprile scorsi ha registrato negli sui principali DSP audio e video un incremento del 928%, per un totale di 74,7 milioni di passaggi on demand. Il dato è impressionante se confrontato con l’andamento del repertorio nelle ore immediatamente antecedenti la scomparsa, tra il 7 e 8 aprile, quando il catalogo - comunque “spinto” dalle notizie in arrivo dalla struttura sanitaria newyorchese dove artista era ricoverato - aveva totalizzato “appena” 7,36 milioni di passaggi.

Tra le canzoni più richieste immediatamente poco la morte di DMX figura, al primo posto, “Ruff Ryders’ Anthem”, con quasi 10 milioni di stream, seguita da “X Gon’ Give It To Ya” (5,79 milioni), “Slippin’” (5,52 milioni), “Party Up (Up In Here)” (5,20 milioni) e “How It’s Goin’ Down”, con Faith Evans, con 3,52 milioni.

Anche le vendite - tra download e fisico - hanno fatto segnare un boom: con 101.000 copie smerciate tra album e raccolte nel periodo compreso tra il 9 e l’11 aprile il catalogo del rapper ha fatto segnare un incremento del 1036% rispetto al periodo compreso tra il 6 e 8 aprile, quando il dato era fermo ad appena 9000 unità.

Il cofondatore della Ruff Ryders Entertainment Darrin “Dee” Dean ha fatto sapere come il nuovo album di DMX, che a questo punto non potrà che uscire postumo, potrebbe essere il migliore nella carriera di Simmons: “E’ un disco speciale”, ha spiegato il discografico, “Probabilmente non si è mai sentita musica come quella che abbiamo fatto. Questo album è probabilmente uno dei suoi migliori, sicuramente un classico”.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.