Dal tappezziere dei White Stripes al dirigente degli Stooges: le competenze lavorative delle rockstar

Chi vive - bene - di musica non sa fare solo quella, perché come tutti, prima di diventare famoso, aveva o progettava di avere un lavoro normale, tipo l’infermiere, il coltivatore, l'orologiaio o l’insegnante di arti marziali
Dal tappezziere dei White Stripes al dirigente degli Stooges: le competenze lavorative delle rockstar

Dedicate pure la vostra vita alla musica, ma - nell'inseguire il sogno di far diventare la vostra passione anche la vostra fonte di sostentamento economico - assicuratevi di avere anche un piano B: questo non è solo il consiglio di un genitore (o fratello maggiore, o amico) avveduto, ma anche l'esempio - esplicito e concreto - che alcune delle più grandi rockstar che abbiano mai calcato le scene internazionali ci hanno fornito negli anni. Perché dietro a carriere più che consolidate spesso si nascondono iter professionali sorprendenti, sui quali nessuno sarebbe pronto a scommettere. Eppure, nonostante la fama, la ricchezza e il successo, queste figure di primissimo piano del rock un lavoro "alternativo" a quello per il quale sono famose se lo sono già preparato. Difficilmente ne avranno bisogno, ma se ci hanno pensato loro, perché non dovreste pensarci anche voi?

Per esempio, il frontman degli Who Roger Daltrey è da anni un allevatore di trote di successo: il suo allevamento, composto da quattro laghi artificiali scavati in un appezzamento da 26 acri nell'East Sussex britannico, è stato giudicato uno dei migliori del Regno Unito dal magazine Trout Fisherman.

Di tutt’altro genere sono le competenze di uno dei frontman più noti sul panorama rock americano, David Lee Roth: tra il 1985 e il 2006, mentre la sua attività coi Van Halen stava vivendo un periodo di sospensione, il frontman ha prestato servizio come paramedico sulle ambulanze di New York. L'artista ha portato a termine oltre 200 interventi di servizio alla cittadinanza, ottenendo valutazioni molto alte dai suoi supervisori.

C’è stato chi, invece, è stato così abile da reinventarsi dirigente d’azienda dopo un passato al fianco dell’Iguana del rock: presso il dipartimento standard tecnologici della Sony Corporation nessuno sospettava che il vicepresidente, un distinto signore di mezza età sempre ben vestito e dal fare gentile e misurato, potesse vantare un passato come chitarrista in uno dei gruppi rock più selvaggi di sempre. Invece sì: James Williamson era proprio stato il chitarrista degli Stooges di Iggy Pop. E lo sarebbe stato ancora, una volta raggiunta (quasi) l'età della pensione (da vicepresidente del dipartimento standard tecnologici della Sony, non da rockstar).

Sempre per restare in tema di addetti alle sei corde: Steve Vai, uno dei chitarristi più virtuosi di sempre, è anche un esperto apicoltore, il cui miele - prodotto nella San Fernando Valley, zona di Los Angeles celebre per tutt'altro (l'industria cinematografica per adulti) - è oggi molto apprezzato dagli appassionati.

Così come apprezzatissima - tanto di diventare una delle marche più vendute negli Stati Uniti - è la tequila prodotta da Sammy Hagar, la Cabo Wabo, originariamente pensata come omaggio da offrire ai clienti del suo locale di Cabo San Luca, una delle località balneari messicane più apprezzate dagli americani.

Ancora prima che un aneurisma, nel 1995, lo colpisse sul palco (a Losanna, in Svizzera) convincendolo ad abbandonare definitivamente l'attività di rockstar, il batterista "originale" dei R.E.M. Bill Berry aveva già una consolidata attività da coltivatore di fieno vicino alla sua città, Athens in Georgia. Più in alto - letteralmente - ha guardato il chitarrista dei Queen Brian May, che nel 2007 ha terminato gli studi interrotti al tempo del decollo della sua carriera con Freddie Mercury laurendosi in astrofisica: da allora l’artista, oltre ad avere spedito sul mercato diverse pubblicazioni sull'argomento, ha prestato servizio nel consiglio accademico dell'Università John Moores di Liverpool.

Dai libri allo sport: il taekwondo ha fatto molto bene a Dave Mustaine, che - negli anni - oltre a diventare maestro dell'arte marziale è anche diventato ambasciatore della World Taekwondo Federation. La disciplina è servita al leader dei Megadeth "per uscire dal tunnel della droga e dell'alcolismo", e per "trovare fiducia in me stesso e forza là dove non avrei mai sospettato di trovarne".

Prima di diventare un deus ex machina della musica a stelle e strisce, il già leader dei White Stripes Jack White era un tappezziere. Uno dei suoi primi gruppi, gli Upholsterers ("I Tappezzieri"), lo condivideva con un suo collega, Brian Muldoon: i due si divertivano a "nascondere" le copie delle loro prime registrazioni nei divani e nelle poltrone di ignari clienti, che - anni dopo - si sarebbero ritrovati letteralmente sotto il sedere delle gemme per collezionisti.

Mentre è arcinoto che Bruce Dickinson, frontman degli Iron Maiden, sia un esperto pilota di aerei di linea (oltre che dell'Ed Force One, col quale porta in tour per il mondo il suo gruppo), oltre che al proprietario dell'azienda Cardiff Aviation, non sono in molti a sapere che Jeff Baxter, apprezzato chitarrista negli anni al servizio di - tra gli altri - Steely Dan and The Doobie Brothers, è un apprezzato consulente del dipartimento di difesa americano, specializzato in controspionaggio e antiterrorismo: oggi l'artista è membro permanente di una commissione del Congresso statunitense sul programma di difesa missilistica.

Il già chitarrista degli Anthrax Dan Spitz (e fratello di Dave, che prestò servizio come bassista anche nei Black Sabbath, per un breve periodo) non è solo un asso delle sei corde, ma anche un mastro orologiaio specializzato in micromeccanica "certificato" dalla Chopard, una delle più prestigiose e lussuose case di produzione elvetiche: la celebre manifattura, appurate le sue qualità, ha addirittura nominato  Dan capo del dipartimento nordamericano dell'azienda.

Per finire, un caffé: il batterista degli Aerosmith Joey Kramer è stato il titolare di un'apprezzata torrefazione biologica, la Rockin' & Roastin' Coffee. Il marchio è stato affidato alla società Comfort Foods, Inc., acquisita nel febbraio del 2016 per oltre due milioni di dollari dalla Coffee Holding Co.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.