Sanremo 2021, Gaudiano: "Il Festival è stato un percorso di formazione"

Il vincitore della categoria Nuove Proposte racconta le sue sensazioni dopo la serata che l'ha incoronato.
Sanremo 2021, Gaudiano: "Il Festival è stato un percorso di formazione"

Gaudiano, classe 1991, è il vincitore della categoria Nuove Proposte del Festival di Sanremo con “Polvere da sparo”. Secondo classificato Davide Shorty, terzo Folcast, quarto Wrongonyou. "Polvere da sparo" è un brano forte ed emotivo, dedicato alla perdita del padre. Una canzone capace di descrivere tutte quello che rimane quando, attraversato il dolore, accettiamo la perdita di una persona amata. È una canzone di testimonianza: attraverso parole urgenti, Gaudiano articola la rabbia, il rifiuto, la solitudine di fronte al lutto e una costellazione di ricordi straordinariamente vivi, capaci di custodire il senso più profondo di un rapporto tra padre e figlio. Ha raccontato la gioia per la vittoria: "Per me Sanremo è stato un percorso di formazione - dice Gaudiano - questo successo è figlio di qualche cosa che arriva da distante.

Ho dedicato la mia vittoria a mio padre Ciro. E non poteva essere altrimenti". .


“'Polvere da sparo' la canzone che non avrei mai voluto scrivere, ma è anche il brano che mi ha permesso di parlare di questi temi, oggi, a Sanremo – ha raccontato il cantautore -  è nata di getto, mentre uscivo da un periodo difficilissimo  , al centro del quale c’era solamente l’assenza di mio padre. Io e lui avevamo un rapporto speciale. I momenti insieme sono diventati immagini, le immagini si son fatte spazio e io ho deciso di custodirle, per parlare di lui, di noi, del dolore e della mia rinascita”.

Luca Gaudiano nasce a Foggia il 3 dicembre del 1991, da madre docente di lettere e papà ingegnere. Ed è proprio suo padre ad iniziarlo alla musica, regalandogli una chitarra per il suo quindicesimo compleanno. Dopo il diploma, si trasferisce a Roma per approfondire gli studi musicali. Vive alcune soddisfacenti esperienze nell’ambito del teatro musicale e decide di concentrarsi sulla sua musica. Negli ultimi tre anni ha accompagnato verso la fine suo padre, che ha lottato contro un tumore al cervello. Si definisce “un reduce di guerra salvato dalla musica”. L’esperienza traumatica lo induce a trasferirsi a Milano, dove trova ispirazione per la produzione dei suoi brani, che registra insieme al producer Francesco Cataldo, grazie all’incontro con Adom Srl e Leave Music.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.