Francesco Renga, l’intervista video (in mutande?)

Il cantautore bresciano avrà mantenuto la promessa fatta a Rockol? Lo abbiamo raggiunto, in collegamento video, per scoprirlo...
Francesco Renga, l’intervista video (in mutande?)

Lo scorso 2 marzo ha preso il via la settantunesima edizione del Festival di Sanremo e, tra i 13 su 26 “Big” in gara che si sono esibiti nel corso della prima serata della manifestazione, Francesco Renga ha cantato sul palco del Teatro Ariston la sua "Quando trovo te”.

Nell'intervista pubblicata qualche giorno fa, il cantante bresciano aveva dichiarato:

"Sto preparando i bagagli per il Festival, e mi porterò molti maglioncini; dato che non farò interviste di persona, ma saranno tutte in videocollegamento, potrò permettermi di stare in mutande, tanto dalla cintola in giù non mi si vedrà".

Se volete controllare se ha mantenuto la promessa, dovrete guardare il video in questo articolo - fino alla fine...

A proposito delle sue sensazioni dopo la serata iniziale del Festival, il già frontman dei Timoria, in collegamento dalla sua camera d’albergo a Sanremo, ha detto a Rockol: "È andata bene, perché era tantissima la voglia di tornare su un palcoscenico a cantare e a fare il mio lavoro”.

Ha poi aggiunto: "Era tanta la voglia di ritrovare tutte le persone coinvolte nella manifestazione, ritornare a lavorare insieme a tutti i datori luci, i fonici, i backliner, i musicisti e gli orchestrali. È stato comunque, simbolicamente, un momento bello e molto importante per il Paese tutto”. E ancora: "È un Sanremo molto particolare, è impossibile negarlo, perché il pubblico non è presente in sala. Nelle intenzioni di tutti doveva essere il festival della ripartenza, purtroppo non lo è stato ancora. Però, perlomeno, abbiamo riacceso i motori: questo è il messaggio simbolico che mi va di portare su quel palcoscenico”.

Renga è in gara a Sanremo con un brano, scritto e composto insieme a Roberto Casalino e Dario Faini (Dardust), tecnicamente complesso, con una produzione più ricercata e contemporanea rispetto ad altre presentate in passato dal 52enne artista sul palco dell’Ariston. Sulla complessità della canzone "Quando trovo te” e della sua interpretazione dal vivo, il cantautore bresciano ha spiegato: "La difficoltà tecnica maggiore è quella di farla sembrare una cosa semplice, quando invece semplice non lo è affatto. È una canzone molto impegnativa dal punto di vista vocale perché è molto ‘ginnica’”. Ha aggiunto: “Tutte le difficoltà, però, non si devono percepire, deve sembrare una cosa molto fluida ed è questa la difficoltà maggiore quando si canta questo pezzo dal vivo”.

Durante la terza serata della kermesse, dedicata agli omaggi alle canzoni che hanno fatto la storia della musica italiana e in programma questa sera, Francesco Renga proporrà una rilettura di "Una ragione di più”, brano scritto da Franco Califano, Ornella Vanoni e Luciano Beretta, originariamente interpretato dalla cantante milanese e con la musica di Mino e Franco Reitano. Spiegando il motivo della scelta della cover della canzone del 1969, la voce di “Angelo”, che stasera si esibirà sul palco insieme alla vincitrice di X Factor 2020 Casadilego, ha detto: "'Una ragione di più’ è una canzone che doveva già far parte di un vecchio progetto che ho fatto anni fa, ‘Orchestraevoce’ [del 2009, n.d.r], poi all’ultimo non c’era stato modo di inserirla nella rosa di canzoni”. Oltre a sottolineare che "Una ragione di più” è un brano che ha "sempre amato”, Renga ha poi narrato: "Quindi ho colto la palla al balzo e mi sono detto: ‘Nella serata del giovedì faccio questa canzone’.

Sulla scelta di voler accanto a sé Elisa Coclite - questo il nome all'anagrafe della vincitrice della più recente edizione del talent show canoro di Sky, classe 2003 - il cantautore ha spiegato: "Ho seguito il percorso di questa ragazzina, che ha l’età di mia figlia, all’interno di X Factor.

Al di là della vittoria, ho intuito un talento molto puro, brillante, acceso e in crescita, un talento anche ricco di cura, attenzione e di studio - qualcosa che appartiene un po’ anche a me, al mio mondo e alla mia storia. Quindi mi sono detto: 'Perché non dare a un giovane talento questa opportunità, farmi un regalo e fare a lei - sopratutto - un gran bel regalo. Se alla sua età avessero chiesto a me di salire sul palco dell’Ariston sarei stato molto felice”.

Offrendo qualche anticipazione sulla performance di questa sera, svelando come lui e Casadilego porteranno sul palco di Sanremo la cover di "Una ragione di più”, Francesco Renga ha fatto sapere: "È una cosa molto speciale, abbiamo studiato un duetto vero e proprio. La canzone, pur nel rispetto - come sono solito fare - della scrittura, della melodia e dell’armonia, è stata rivista da Dardust: dal punto di vista produttivo e arrangiamentale la cover è molto moderna e vicina, quindi, anche al mondo di Casadilego”. 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.