Sanremo 2021: Matilda, Arisa, Madame

Tre donne nella prima giornata del Festival
Sanremo 2021: Matilda, Arisa, Madame
Credits: Bogdan Plakov

Matilda De Angelis: sveglia, brillante, disinvolta dopo l'emozione iniziale (purtroppo malissimo servita dal testo dello sketch sul bacio, davvero fiacco), ha dato il meglio in sala stampa intorno a mezzogiorno di martedì, quando ha respinto seccamente il tentativo di una giornalista di riaffibbiarle il ruolo di paladina del "mostriamo l'acne senza vergogna": le ha spiegato che le sue battaglie, se ne ha voglia, le combatte per conto proprio via social, e che ieri era lì per fare spettacolo.

Arisa: un gesto così... beh, maleducato non ricordavo di averlo mai visto: la fanno scendere dalla scala, e mentre pensa di essere sul punto di cominciare a cantare la fermano per mandare la pubblicità. Sarebbe stato vergognoso nei confronti di chiunque; nei confronti di una donna è anche scortese (poi regalano loro i fiori...), nei confronti del primo cantante in gara è anche il segno che, purtroppo, "mettiamo la musica al centro" è solo una bella frase.

Madame: la campagna di beatificazione della giovane cantante procede speditamente, attraverso il metodo del "piace alla gente che piace" - e vabbé, sono sistemi che abbiamo visto applicare molte altre volte. Adesso però non esageriamo: non spetta a lei la primogenitura di aver cantato a Sanremo, da donna, una canzone d'amore per una donna (che poi non è così: leggete qui). L'aveva fatto, senza strombazzarlo e con molto garbo, Valeria Vaglio nel 2008 (Baudo regnante) con la sua "Ore ed ore", arrivando all'Ariston da SanremoLab. 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.