Quando Vasco Rossi riscrisse la canzone dei Radiohead

"I fan del gruppo mi massacrarono. E io che pensavo fosse una canzone di nicchia", disse, sorridendo, il rocker di Zocca. La storia di una delle mosse discografiche più criticate della carriera di Vasco.
Quando Vasco Rossi riscrisse la canzone dei Radiohead

Quello che pensarono i maggiori detrattori del rocker di Zocca e i fan dei Radiohead ascoltando la canzone non bisogna nemmeno sforzarsi di immaginarselo: i commenti sono ancora in rete, sui blog e sotto al video ufficiale del brano su YouTube.

Tutti ferocissimi. E d'altronde come far piacere agli odiatori seriali che di vedere accanto al nome di Vasco l'etichetta di "rocker" proprio non ne vogliono sapere una riscrittura di un classico del rock degli ultimi anni? Impossibile. Non poteva certo essere questa l'intenzione che nel 2009 portò la voce di "Vita spericolata" a incidere una versione tutta sua, se così si può dire, di "Creep" dei Radiohead, signature song della band capitanata da Thom Yorke inclusa nell'album "Pablo honey" del 1993. Quando in rete cominciarono a circolare indiscrezioni sull'operazione, qualcuno le bollò come bufale (fake news dell'era pre-social, verrebbe da dire - Facebook stava giusto prendendo piede.). Invece era tutto vero: "Ad ogni costo", il nuovo singolo di Rossi, era una riscrittura della hit della band britannica.

Il brano uscì nel settembre del 2009, prima anticipazione della raccolta "Tracks 2 - Inediti & Rarità" (dentro c'erano anche cover de "Il tempo di morire" di Battisti-Mogol, "Un ragazzo di strada" dei Corvi e "Amico fragile" di De André): lo accompagnava un videoclip ufficiale con la presenza della Première Danseuse dell'Opéra di Parigi Eleonora Abbagnato. Apriti cielo.

Il singolo ebbe sin da subito un grosso successo nelle classifiche e in radio, ma fece storcere il naso ai fan dei Radiohead, alcuni dei quali erano all'oscuro dell'operazione e non mancarono di accusare Rossi di plagio. Tanto da spingere Vasco stesso a diramare un comunicato per fare chiarezza sul progetto:

Le 'cover' sono le canzoni originali reinterpretate o riarrangiate. (Ad esempio nel mio caso Generale o La compagnia). Questo pezzo 'Ad ogni costo' NON è una cover perché ha un testo diverso e quindi si tratta di una Nuova Edizione di 'Creep' realizzata con il consenso degli autori.

Ebbene sì. A dare il placet all'operazione furono naturalmente gli autori del brano:

Il testo che ho scritto l'ho fatto ascoltare a Tom Yorke [sic] dei Radiohead che lo ha trovato di suo gradimento tanto da concedermi i diritti di realizzare questa nuova edizione in italiano. Forse molti non sanno che non si possono cambiare le parole ad una canzone se ciò non è permesso dall'autore originale del pezzo. Non è una traduzione fedele del testo originale ma una mia interpretazione personale della musica che considero una delle più belle degli ultimi vent'anni. Sono anch'io un fan dei Radiohead e volevo metterci un testo in italiano per renderla mia. Ad ogni costo, appunto, accettando consapevole il confronto con l'originale che è un capolavoro. 

Il rocker di Zocca non mancò di rispondere agli haters:

A quei 'quattro gatti' che si auto definiscono fans dei Radiohead che mi hanno dichiarato guerra e mi insultano perché, secondo loro, non avrei dovuto toccare 'Creep'... Ricordo che la musica è arte e i musicisti si possono amare o detestare ma non sono delle squadre di calcio per cui tifare. La verità più importante è che gli artisti sono, fortunatamente, liberi di fare quello che vogliono con la loro arte. Niente e nessuno li potrà mai fermare. Non ci riesce 'il potere', figuratevi l’intolleranza o l’infantile integralismo musicale di qualche... 'creep' che scrive sulla rete. Non siate ridicoli e statemi bene.

Il disco contenente "Ad ogni costo" conquistò il Disco di diamante per le oltre 300 mila copie vendute. Qualche anno più tardi, tornando sull'argomento, Vasco avrebbe dichiarato sorridendo: "Non farò mai più nessuna cover. Quella 'Creep' di Radiohead mi ha bloccato! Mandai il testo a Thom Yorke e lui accettò, ma nonostante questo i fan del gruppo mi massacrarono. E io che pensavo fosse una canzone di nicchia".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.