Nicolas Jaar sta regalando parte dei suoi dischi in un locale di Torino

Il produttore fa spazio in casa e regala i suoi vinili a dj e appassionati: l'iniziativa lanciata sui social.
Nicolas Jaar sta regalando parte dei suoi dischi in un locale di Torino

No, non è una bufala. Nicolas Jaar, compositore di origini cilene tra i protagonisti della scena elettronica internazionale da una decina di anni a questa parte, complici lavori come "Space is only noise" del 2011, "Pomegranates" del 2015 e "Sirens" del 2016, colonne sonroe come quella di "Dheepan" di Jacques Audiard (Palma d'oro a Cannes nel 2015) e "Ema" di Pablo Larraín, ha deciso di regalare - sì, regalare - parte dei suoi dischi in un locale di Torino (città con la quale ha da tempo un legame speciale), Isola, in zona San Salvario.

L'annuncio lo ha dato lo stesso Nicolas Jaar sui social: "Sono a disposizione di produttori, ascoltatori ecc.: prendete ciò che volete". Jaar ha fatto arrivare i dischi all'interno di scatoloni con scritte bizzarre: "Musica per ostriche", "Musica per bruchi", "Musica per conigli", "Musica per pipistrelli", "Musica per gatti" e così via. Chiunque può recarsi nel locale e scegliere dischi da portare a casa gratuitamente.

Jaar è amatissimo dai seguaci di un certo tipo di elettronica, non certo quella che in chiave dance e pop scala le classifiche, contro la quale in passato il produttore si è duramente scagliato: "Penso che una persona che si reca ad un concerto rock, lo fa perché si gode lo spettacolo e beve un paio di birre.

Nelle discoteche, invece, invitare dj come David Guetta o Bob Sinclair, significa vendere un biglietto di ingresso ad un prezzo altissimo. Artisti di questo tipo attirano gente che beve in media cinque cocktail, che si trattiene nel club sino a chiusura, i classici ragazzi che vanno a ballare per farsi vedere. La dance commerciale è un chiaro simbolo del capitalismo, specialmente negli Usa, non c'è dubbio", disse nel 2012.

Tra i suoi lavori anche remix di artisti come Brian Eno ("Lux", 2013), Cat Power ("Cherokee", 2012), Florence and The Machine ("What kind of man", 2015) e Daft Punk. Nel 2013 ha fondato un'etichetta tutta sua, la Other People.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.