David Bowie, cinque dischi da collezione

Le quotazioni sul mercato dei dischi più rari
David Bowie, cinque dischi da collezione

Nel 2016, una copia originale britannica del secondo album di David Bowie, intitolato con il suo nome (e più tardi ripubblicato con il titolo "Space Oddity") è stata venduta su Discogs a 6.826 dollari, stabilendo un record per quanto riguarda il sito (è quello che illustra questo articolo).

Si tratta di una quotazione completamente fuori mercato, probabilmente realizzatasi sull'onda dell'emotività per la morte di Bowie. Il fatto che sia stata annunciata su Internet non significa che poi la transazione si sia oggettivamente realizzata (ad esempio perché l'acquirente si è pentito, e non ha pagato). Di fatto non compare nello storico delle vendite di Discogs. La quotazione per una copia in condizioni eccezionali può arrivare a 2.000/2.500 euro.


Naturalmente, i dischi da collezione hanno prezzi mutevoli e variabili - si dice spesso che vangano quanto qualcuno che li vuole possedere è disposto a pagarli. Noi abbiamo chiesto a un esperto, che firma questo articolo, di segnalarci i cinque dischi di David Bowie con le valutazioni più alte sul mercato dei collezionisti, ad oggi.

 

David Bowie, il quinto anniversario della morte: leggi lo speciale.

David Bowie, il quinto anniversario della morte: tutte le cover realizzate per il Tribute Day di Rockol da artisti italiani

 

 

7” GIAPPONE: "Space Oddity" / "Wild Eyed Boy From Freecloud", Philips SFL 1244, € 8.000

https://a6p8a2b3.stackpathcdn.com/1rR6yAr_FXJI-I-wopRyLogodFo=/700x0/smart/rockol-img/img/foto/upload/bowie-space-oddity-japan.jpg

 

Il primo 45 giri di David Bowie per la Philips, del 1969, venne quasi completamente ignorato in Giappone (e in molte altre nazioni) nonostante contenesse uno dei suoi brani più celebri. Conosciuto solo in un numero limitatissimo di esemplari, quota 8.000 euro.

 

LP USA: "Diamond Dogs", RCA CPL1 0576, € 8.000

https://a6p8a2b3.stackpathcdn.com/Mm9nlf1FYoiYJzUsuSO-9xFJJOo=/700x0/smart/rockol-img/img/foto/upload/bowie-genitals-cover-lp-non-censurato.jpg

 

La creazione della copertina dell’album "Diamond Dogs" del 1974 venne affidata a Guy Pellaert, un fumettista belga noto per i suoi lavori permeati di erotismo (molto famoso è il suo libro "Rock Dreams"). L’immagine dell’artista per metà uomo e metà cane, con i genitali esposti, venne però giudicata all’ultimo momento troppo estrema. La RCA provvide a cancellare con un fotoritocco la parte incriminata, e solo un piccolissimo numero di copertine originali scampò alla distruzione. Ovviamente queste rarissime copertine non vanno confuse con le ristampe che, in tempi recenti, hanno riutilizzato l’immagine originale.  

 

7” USA "Time" / "The Prettiest Star", RCA APBO-0001, € 6.000

https://a6p8a2b3.stackpathcdn.com/6jjb2sUscvCtw6NTQowxU1bhrUU=/700x0/smart/rockol-img/img/foto/upload/time-45-giri-usa.jpg

 

Negli Stati Uniti i 45 giri raramente erano distribuiti con una copertina fotografica; più comunemente erano venduti all’interno di una copertina generica della casa discografica. Talvolta veniva realizzato a fini promozionali un numero esiguo di copertine fotografiche. Della copertina fotografica di "Time" sono conosciuti solo pochissimi esemplari e la quotazione più recente, per una copia perfetta, è quella qui indicata.

 

7” ITALIA "The Prettiest Star" / "Conversation Piece", Philips 6052 011, € 2.000

https://a6p8a2b3.stackpathcdn.com/tCuFR8d2RoOD4w15qXli0qZS66Y=/700x0/smart/rockol-img/img/foto/upload/bowie-prettiest-star-45-giri-italia.jpg

 

Sicuramente il più raro 45 giri di David Bowie pubblicato in Italia, ed uno dei più rari al mondo. Quasi impossibile da trovare in perfetto stato di conservazione.

 

LP GERMANIA "The man who sold the world", Mercury 6338 041, € 2.000

https://a6p8a2b3.stackpathcdn.com/0dfr9xF1LJmbEOSuzoxmUeo19h0=/700x0/smart/rockol-img/img/foto/upload/man-who-sold-the-world-german-lp-chiuso.jpg
https://a6p8a2b3.stackpathcdn.com/TGIJq8V5yo8KNIboJFSZKWmJ9mU=/700x0/smart/rockol-img/img/foto/upload/man-who-sold-the-world-uk-dress-cover.jpg
https://a6p8a2b3.stackpathcdn.com/gqhkp8mj0G84OeIUCqQu80mJTCc=/700x0/smart/rockol-img/img/foto/upload/man-who-sold-the-world-german-lp-aperto.jpg

 

L’album del 1971 "The Man Who Sold The World" non fu accolto in modo favorevole al tempo della sua prima pubblicazione. Tre le diverse copertina utilizzate, una per gli Stati Uniti, una per la Gran Bretagna (la celeberrima "dress cover", pure assai rara, che quota ugualmente 2.000 euro) ed una per la Germania. Quest’ultima è probabilmente la più rara di tutte, ed è detta "round cover" in quanto costituita da una sorta di poster rotondo che si ripiega attorno al disco. La quotazione s’intende, neanche a dirlo, per una copia originale, e non per uno dei moltissimi falsi realizzati in seguito.


Questa notizia è stata redatta da Alessandro Pomponi, che ha anche fornito le immagini; lo ringraziamo per la collaborazione (grazie anche a Fernando Fratarcangeli e a Raropiù)
 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.