I Pinguini Tattici Nucleari, domani ospiti a X Factor, e il nuovo Ep: ‘Non ci spaventa la parola mainstream’

Riccardo Zanotti e soci, a margine di una conferenza stampa, annunciano che domani - 3 dicembre - saranno ospiti del talent di Sky e presentano a Rockol il loro nuovo lavoro discografico, “Ahia!”
I Pinguini Tattici Nucleari, domani ospiti a X Factor, e il nuovo Ep: ‘Non ci spaventa la parola mainstream’
Credits: Mattia Guolo

“Un giorno stavo arrivando in Sony, avevo almeno undici canzoni nel borsello. Poi è arrivato Sfera Ebbasta, le ha rubate tutte e le ha messe nel suo ‘Famoso’. Quindi ne sono rimaste soltanto sette che compongono l’Ep ‘Ahia!’”: così, in modo ironico, Riccardo Zanotti ha raccontato il motivo per cui il prossimo 4 dicembre i Pinguini Tattici Nucleari daranno alle stampe un nuovo Ep e non un vero e proprio album in studio. 

La band bergamasca ha presentato oggi - 2 dicembre - il suo prossimo lavoro discografico e il primo romanzo del frontman del gruppo, che è uscito lo scorso 3 novembre per Mondadori e che porta lo stesso titolo del disco, “Ahia”, durante una conferenza stampa in streaming, su Zoom, moderata da Valerio Lundini.

Zanotti, per rispondere poi con serietà alla domanda di Lundini - personaggio recentemente diventato famoso al piccolo schermo grazie al suo programma in onda su Rai 2, “Una pezza di Lundini” - sul perché i Pinguini Tattici Nucleari hanno deciso di presentare un disco di sette tracce, ha fatto sapere: “Erano pronte quelle canzoni lì, e non ci sentivamo di fare di più. Non tanto perché siamo pigri, ma perché pensiamo di poterci permettere di metterci anche un po’ di tempo ogni tanto per costruire sul serio una canzone”. Ha continuato: “Ci mettiamo sempre molto tempo, essendo anche sei nel gruppo, e quindi erano pronte sette canzoni e abbiamo buttato fuori sette canzoni”. Elio Biffi, voce e tastierista della band, ha aggiunto: “Meglio dire meno cose, ma che siano più incisive, piuttosto che dirne tante che nessuno poi ascolta”.

Il nuovo Ep dei Pinguini Tattici Nucleari, che - come annunciato durante l’incontro virtuale con la stampa - domani sera 3 dicembre saranno tra gli ospiti della semifinale di X Factor, in diretta su Sky Uno, è stato anticipato dai brani “La storia infinita” e “Scooby Doo” (leggi qui la nostra recensione). Come si evince soprattutto dall’ascolto del più recente singolo estratto da “Ahia”, per il suo nuovo disco la formazione bergamasca ha sperimentato nuove sonorità, rubando spunti anche da generi distanti dai loro precedenti lavori come la trap.

“Abbiamo di fatto inventato un nuovo strumento con questo album: tutte le percussioni che si sentono siamo noi che ci percuotiamo sul corpo.

Infatti Matteo Locati, che è il batterista, non ha partecipato a questo disco. È tutta percussione corporale”, ha dichiarato Riccardo Zanotti che, rispondendo a tono a una delle tante domande provocatorie e comiche di Valerio Lundini, ha spiegato come mai il gruppo abbiamo sperimentato suoni diversi rispetto al passato. Il frontman dei Pinguini Tattici Nucleari, ripensando anche all’esperienza sanremese del gruppo - in gara alla settantesima edizione del Festival di Sanremo con il brano “Ringo Starr” -, ha poi narrato: “C’è questa novità inedita che si potrà ascoltare tra le tracce di ‘Ahia!’, e ci sono anche delle nuove sonorità. .Da un certo punto di vista questo album è un album di pop art. C’è una nuova consapevolezza, che ci è di fatto venuta dopo Sanremo, che è quella di arrivare a tanta gente, essere anche mainstream. Non ci fa molta paura questa parola. Di conseguenza è molto orientato sul pop e allo stesso tempo sul folk”. Facendo eco a Zanotti, Biffi ha aggiunto: “Abbiamo voluto ogni tanto anche ammiccare a queste cose dei ragazzi più giovani. Stiamo guardando ai giovani, questa musica un po’ trap. Abbiamo rubato un po’ di stimoli”.

I temi trattati nelle canzoni di “Ahia!” si ritrovano anche tra le pagine del romanzo di Riccardo Zanotti che, oltre a riconoscere Stefano Benni come “un’influenza molto forte” per “il suo modo di costruire le frasi e la sua enorme complessità mascherata da semplicità immensa, ha dichiarato: “C’è un legame tra libro e le canzoni del disco.

Non volevamo scrivere un concept album perché nel 2020 penso non sia la modalità più proficua. Nel 2020 risulta anche pesante e c’è quella voglia di essere un po’ leggeri”. Oltre al tema legato alla famiglia, trattato sia nelle tracce del nuovo Ep dei Pinguini Tattici Nucleari che nel libro del frontman del gruppo, nel disco e nel romanzo si ritrova - tra le altre cose - anche il “concetto di maschera, quasi pirandelliano”. Zanotti ha spiegato: “Ovvero l’idea di mettere una maschera per nascondersi dal mondo. Il secondo singolo estratto dall’Ep, ’Scoby Doo’, parla di una ragazza che subisce di tutto dalla vita, ha problemi, non riesce a relazionarsi nel modo giusto con i suoi coetanei e la sua famiglia, ed è proprio perché mette una maschera. Nel momento in cui, come in ‘Scooby Doo’, i cattivi si levano le maschere si capisce che sono umani come tutti gli altri e magari hanno passato delle vicissitudini brutte”.

Poco dopo Sanremo 2020 è arrivata la pandemia da Coronavirus, che ha stravolto profondamente la vita delle persone e degli artisti. I Pinguini Tattici Nucleari sono originari della provincia di Bergamo, una delle città d’Italia più colpite dall’emergenza da Covid-19 durante il primo lockdown. “Quando ci hanno detto che ci sarebbe stata una chiusura - non si chiamava ancora lockdown - subito ci siamo sentiti arrabbiati perché non capivamo ancora la gravità della cosa”, ha raccontato Riccardo Zanotti ripensando al mese di marzo scorso. “Quando abbiamo capito la gravità della situazione - soprattutto per la nostra zona di Bergamo - quel sentimento di rabbia e di mancanza consacrazione - abbiamo vissuto più dissacrazioni nella nostra carriera - è cambiato.  Dobbiamo comunque dimostrare ancora molto. Questa situazione ci ha fatto venire sempre più fame. Non vediamo l’ora di salire sul palco”. 

A causa dell’emergenza Coronavirus i Pinguini Tattici Nucleari hanno dovuto rimandare il loro tour, attualmente in programma per il prossimo mese di febbraio. “È difficile dire cosa succederà”, ha detto Zanotti a margine della conferenza stampa, in collegamento insieme agli altri componenti del gruppo dallo store Mondadori di Piazza Duomo a Milano. Ha continuato, pensando alla tournée che dovrebbe prendere il via il 6 febbraio 2021, dicendo: “Chiaramente questo stato di aleatorietà costante, di non sapere cosa succederà rende la fruibilità dell’arte complicata. La musica dal vivo è il più alto grado di musica. La musica vive dal vivo. Parlando di febbraio: non sappiamo niente. Le date sono confermate ma questo perenne stato di attesa e di ignoranza del futuro rende difficile il tutto non tanto per noi ma soprattutto per il nostro team e le persone che lavorano con noi”.

Pensando al futuro e per rispondere alla domanda se il gruppo ha intenzione di tornare a Sanremo per l’edizione 2021 della manifestazione, il frontman della band bergamasca ha dichiarato: “Secondo me a Sanremo ci devi andare con il pezzo giusto. Non che ci si debba piegare a ciò che vuole la manifestazione”. Ha aggiunto: “Penso che sia anche deleterio andare con dei pezzi a caso. Quest’anno non abbiamo questa velleità”. Facendo sapere di non aver intenzione di “diventare inquilini dell’Ariston ogni anno”, Zanotti ha poi detto: “Ci piacerebbe andare nuovamente in un futuro più remoto che prossimo. È giusto anche nei confronti di Sanremo andarci con il pezzo giusto”.

In futuro i Pinguini Tattici Nucleari potrebbe anche realizzare delle collaborazioni con altri artisti ma, come sottolineato da Elio Biffi, il gruppo “non userà mai la carta del featuring per riempire un disco”.

Raccontando di aver ricevuto richieste di collaborare con altre personalità della musica, Riccardi Zanotti ha spiegato come lui e il suo gruppo guardano ai featuring e ha raccontato: “Ci sono arrivate diverse richieste in passato. In alcuni casi abbiamo detti no perché non ci sembrava potessero andare bene e senza nessun preconcetto abbiamo detto di no. In alcuni casi ci abbiamo provato ma il risultato non era soddisfacente. Ci sono casi in cui non si trovano punti in comune nei linguaggi ma è comunque bello provarci”. Ha aggiunto: “.In Italia pensiamo al featuring come qualcosa di più commerciale. Noi vorremmo fare qualcosa di più artistico”.

Ecco la tracklist e la copertina del nuovo Ep “Ahia”:

1. Scooby Doo
2. Scrivile Scemo
3. Bohémien
4. Pastello Bianco
5. La storia infinita
6. Giulia
7. Ahia!

https://a6p8a2b3.stackpathcdn.com/Foo4j6_cbG_eBCg5gqTY7ajEsEg=/700x0/smart/rockol-img/img/foto/upload/pinguini-ahia.jpg
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.