Londra, a processo il figlio di Liam Gallagher e il nipote di Ringo Starr

I due diciannovenni dovranno rispondere di aggressione: a Gene Appleton Gallagher contestata anche l’aggravante del movente razziale
Londra, a processo il figlio di Liam Gallagher e il nipote di Ringo Starr

Sono state formalizzate le accuse nei confronti di Gene Appleton Gallagher e Sonny Starkey, rispettivamente uno dei figli dell’ex frontman degli Oasis Liam Gallagher e del già batterista dei Beatles Ringo Starr. Il procedimento legale che i due diciannovenni dovranno affrontare è relativo a un fatto verificatosi all’inizio della scorsa primavera: Gallagher e Starkey, insieme a un loro amico - il modello ventenne Noah Ponte - vennero arrestati nella tarda notte del 17 maggio a Hampstead, esclusiva zona residenziale nel quadrante settentrionale di Londra, dopo aver scatenato una rissa in un piccolo supermercato notturno.

Secondo la ricostruzione fornita dalle autorità, i tre - dopo essere usciti da un pub - avrebbero cercato di acquistare bevande alcoliche presso un Tesco Express nonostante il divieto di vendita dopo la mezzanotte. Al rifiuto del commesso di origini indiane Shium Patel, Ponte avrebbe reagito prima con insulti razzisti (“Maledetti indiani, tornate da dove venite, qui non vi vogliamo”), per poi aggredire il lavoratore e prendere con la forza alcuni prodotti. Gallagher e Starkey sarebbero intervenuti aggredendo nelle corsie del negozio almeno altri due impiegati dell’esercizio per coprire la fuga dell’amico.

A tutti e tre gli imputati è stata contestato il reato di rissa. La posizione più difficile è quella di Ponte, che dovrà rispondere anche di furto e aggressione con l’aggravamento dei motivi razziali. Anche a Gallagher è stata contestata l’aggravante dei motivi razziali, mentre nei confronti di Starkey sono state spiccate le accuse di aggressione nei confronti di due persone.

Il processo prenderà il via il prossimo 18 gennaio presso il Wood Green Crown Court, sempre nella capitale britannica: tutti e tre gli imputati hanno negato ogni addebito, dichiarandosi non colpevoli di tutti i capi d’accusa ascrittigli. All’udienza preliminare ha assistito anche Jason Starkey, figlio di Ringo Starr e padre di Sonny, musicista e tour manager che negli anni Ottanta ebbe qualche piccolo screzio con la legge per furto.

“In realtà si tratta di un caso molto semplice”, ha spiegato al Daily Mail il pubblico ministero Alexander Agbamu: “Buona parte dell'incidente è stato ripreso dalle telecamere di videosorveglianza”. L’udienza preliminare è stata fissata per il 17 dicembre: ai tre imputati è stata concessa la libertà su cauzione incondizionata.

Dall'archivio di Rockol - I migliori tweet di Liam Gallagher
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale
7 lug
Scopri tutte le date

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.