Jack Jaselli, Jeff Buckley e l'ultimo addio: video

Il cantautore milanese questa notte partecipa al tributo ufficiale a Jeff Buckley e presenta il suo nuovo singolo con una versione acustica per Rockol.
Jack Jaselli, Jeff Buckley e l'ultimo addio: video

Il nome di Jack Jaselli è conosciuto dai nostri lettori: ne parliamo fin dai tempi di "It's gonna be rude, funky, hard", suo disco di esordio di 10 anni fa. In questo periodo il cantautore milanese ha fatto una lunga strada, ma non è ancora apprezzato come dovrebbe. Il suo suono si è evoluto, passando dal rock venato di funk e reggae del primo disco alla dimensione acustica di "I need the sea because it teaches me", al rock diretto di "Monster moon" (inciso in America). Due anni fa è passato all'italiano con "Torno a casa", prodotto da Max Casacci, seguito da un tour letteralmente a piedi (40 tappe e 800 km lungo la via Francigena).

Lungo questa strada, alcuni riferimenti musicali sono rimasti costanti nella sua musica, e tra questi c'è sicuramente Jeff Buckley. Jack questa notte (tra il 13 e il 14 novembre) parteciperà al 2020 Annual Official Brooklyn Jeff Buckley Tribute Concert, un evento in streaming che vede anche la partecipazione della madre Mary Guibert. Jack ha inciso un brano di Buckley dal Nidaba di Via Gola a Milano, uno dei locali storici della città, a rischio chiusura.

E Jeff Buckley echeggia anche nel nuovo singolo, il primo per la sua nuova casa INRI (l'etichetta che ha lanciato Levante e Dardust, tra gli altri): si intitola "Ultimo addio", anche se non c'è nessun riferimento diretto a "Last goodbye".

Ci racconta Jaselli: 

Jeff Buckley è assolutamente uno tra gli artisti più importanti per la mia storia musicale. Ricordo bene la prima volta che ho ascoltato Grace. Ero un liceale in Dr. Martens e camicia a scacchi, suonavo punk e grunge e mi si è aperto un nuovo orizzonte. Una delle cose più preziose che Jeff ci ha lasciato è l’averci mostrato come in ogni epoca musicale non si debba aver paura di spremere e versare tutta l’anima in una canzone. La sua voce la conosciamo tutti e il suo modo di suonare la chitarra resta formidabile.

“Ultimo Addio” non è direttamente ispirata alla sua “Last Goodbye”, ma l’idea che in ogni addio ci sia qualcosa di straziante e dolce allo stesso tempo è sicuramente una cosa che accomuna i due brani. Nel mio ultimo singolo c’è anche un riferimento al momento storico che abbiamo vissuto e stiamo tutt’ora vivendo. La solitudine è amplificata da un rapporto tra il “dentro" e il “fuori" assolutamente rigido e quasi impermeabile, costringendo a confrontarsi con i propri demoni anche chi non era abituato a farlo. Il momento che determina la fine di una relazione d’amore è inevitabilmente lo stesso che sancisce l’inizio del rapporto intimo e personale che ognuno di noi ha con la solitudine. Spesso tendiamo a posticiparlo a evitarlo completamente, e non è quasi mai una buona idea.

Ecco la versione acustica di "Ultimo addio" che Jack Jaselli ha inciso per Rockol.

Ultimo addio
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.