Addio all'ex tastierista degli Uriah Heep Ken Hensley

Il musicista inglese aveva 75 anni.
Addio all'ex tastierista degli Uriah Heep Ken Hensley

Ken Hensley, tastierista degli Uriah Heep dal 1970 al 1980, è morto all'età di 75 anni. La notizia è stata comunicata oggi dal fratello Trevor su Facebook.

Queste le parole scelte da Trevor Hensley per comunicare la scomparsa del fratello: "Scrivo con il cuore pesante per farvi sapere che mio fratello Ken Hensley è morto in pace mercoledì sera. La sua bellissima moglie Monica era al suo fianco e ha confortato Ken nei suoi ultimi minuti tra noi. Siamo tutti devastati da questa tragica e incredibilmente inaspettata perdita e vi chiediamo, per favore, di concederci un po' di spazio e di tempo per farci i conti. Ken verrà cremato in una cerimonia privata in Spagna, quindi non chiedete informazioni sul funerale. Ken se ne è andato ma non sarà mai dimenticato e sarà sempre nei nostri cuori. Rimanete al sicuro."

Kenneth William David Hensley nacque il 24 agosto 1945, il tastierista si rivelò nei Gods, che avevano in formazione il futuro chitarrista dei Rolling Stones Mick Taylor, con i quali registrò due album, "Genesis" del 1968 e "To Samuel A Son" del 1969. La band pubblicò anche l'album "Orgasm" con lo pseudonimo di Head Machine.

Hensley si unì al chitarrista Mick Box e al cantante David Byron negli Spice nel febbraio 1970. Poco dopo, il gruppo mutò il proprio nome in Uriah Heep. Ricordò una volta Mick Box: "In realtà avevamo già registrato metà del primo album ["Very 'eavy... Very 'umble" nel 1970] quando abbiamo deciso che le tastiere sarebbero state buone per il nostro suono. Ero un grande fan dei Vanilla Fudge, con il loro organo Hammond e la chitarra in cima." Aggiunse Hensley: "Vidi un sacco di potenziale nel gruppo per fare qualcosa di molto diverso."

Hensley ha scritto o co-firmato la maggior parte delle canzoni degli Uriah Heep fino, comprese le hit "Easy Livin'", "Stealin’", "Lady in Black" e "Free Me". Scrisse il più grande successo della band, "Easy Livin'", dall'album "Demons and Wizards" del 1972, in soli 15 minuti. Hensley ha registrato tredici album in studio con gli Uriah Heep prima di lasciare la band nel settembre 1980 in seguito all'uscita dell'album "Conquest". Nello stesso anno pubblicò il suo terzo album solista, "Free Spirit", dopo aver pubblicato nel 1973 "Proud Words on a Dusty Shelf" e "Eager To Please" nel 1975 mentre era ancora un membro degli Uriah Heep.

Hensley si trasferì negli Stati Uniti nel 1980, si è unì a Rickey Medlocke nei Blackfoot, registrando due album, "Siogo" del 1983 e "Vertical Smiles" del 1984. Tornò nel 1989 per suonare nell'album "The Headless Children" dei W.A.S.P. e contribuì all'album "Heartbreak Station" dei Cinderella l'anno successivo. Hensley ha continuato a pubblicare album da solista dopo essersi trasferito in Spagna all'inizio del nuovo millennio: il suo ultimo album in studio è stato "Love & Other Mysteries" del 2012.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.