Paul McCartney: 'Potrei non fare più concerti'

I problemi causati dalla pandemia preoccupano l'ex Beatle, che tuttavia non perde le speranze: 'Incrociamo le dita'
Paul McCartney: 'Potrei non fare più concerti'

Più che una questione di opportunità, è una questione di tempo: Paul McCartney ha 78 anni, età alla quale molti suoi coetanei - anche se in forma come lui - preferiscono tirare i remi in barca e prendere un aereo solo per andare un vacanza. L'ex Beatle, tuttavia, ha un'agenda lavorativa ancora piuttosto fitta: "McCartney III", il suo nuovo album di inediti in studio, è prossimo al lancio sui mercati, fissato per il prossimo 11 dicembre, e a una pubblicazione così importante non può che seguire un'intensa attività promozionale, che - per la gioia dei fan - la maggior parte delle volte include anche un tour mondiale.

Il 2020, però, è un anno maledetto: l'emergenza sanitaria da Covid-19 ha bloccato l'industria della musica dal vivo in tutto il mondo, costringendo i promoter a rimandare al 2021 i programmi originariamente stilati per la stagione ormai avviata alla conclusione. Paul McCartney nel 2020 aveva in programma una tournée, il "Freshen Up Tour", che avrebbe fatto tappa anche in Italia, a Napoli e Lucca, gli scorsi 10 e 13 giugno, ma la cui intera branca europea è stata cancellata (nel nostro Paese non senza polemiche) a causa delle misure anticontagio adottate nel Vecchio Continente. La date non sono state recuperate e adesso lo stesso artista si è posto il problema relativo alla fattibilità del recupero.

Nel corso di un'intervista rilasciata alla BBC, l'artista ha infatti preso in considerazione "l'eventualità" di "non suonare più dal vivo": "Se ripenso all'ultimo concerto che ho fatto, l'anno scorso, a Los Angeles, mi chiedo: 'Uh, e se fosse anche il mio ultimo concerto'", ha spiegato McCartney, che tra due estati compirà ottant'anni. Lo storico sodale di John Lennon, tuttavia, si è mostrato ottimista riguardo a un veloce ripristino delle attività live: "Sarà fantastico tornare a stare in mezzo alla gente senza preoccuparsi, godendosi lo show di una band dal vivo o essendo la band che suona sul palco. Incrocio le dita".

Notizie incoraggianti riguardo la ripresa dei live a grande affluenza sono stati i risultati dell'esperimento Restart-19, progetto ideato dall'Università di Halle, in Germania, che ha indagato sulle potenzialità di contagio in occasione di grandi raduni pubblici come eventi sportivi o musicali: secondo i risultati dello studio - illustrati più nel dettaglio a questo indirizzo - un buon impianto d'areazione e la scrupoloso osservanta delle disposizioni già in vigore in merito di igiene personale ridurrebbero il rischio di infezione al minimo. Lo staff di ricercatori ha consegnato i risultati dello studio ai politici del land della Sassonia-Anhalt, ai quali spetterà il compito di modificare, eventualmente, le disposizioni in materia di organizzazione di eventi durante il periodo di emergenza sanitaria.

Dall'archivio di Rockol - La storia di “RAM” di Paul McCartney
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.