In morte di Eddie Van Halen: i migliori assolo di un guitar hero

Ricordando alcuni dei migliori momenti del virtuoso della chitarra scomparso oggi all'età di 65 anni
In morte di Eddie Van Halen: i migliori assolo di un guitar hero

Edward Lodewijk Van Halen, alias Eddie Van Halen - scomparso oggi, 6 ottobre, all'età di 65 anni, nacque il 26 gennaio del 1955. Fu una vera icona della chitarra elettrica: un innovatore, sia a livello tecnico che tecnologico, personaggio scatenato e imprevedibile, con tutto il corollario da rockstar, ma anche il genio che ne consegue.

Lo strumentale "Eruption" fu inserito come seconda traccia del disco d'esordio dei Van Halen, la band che l'artista fondò nel 1972 con suo fratello, il batterista Alex van Halen.

Con "Jump", inclusa nel sesto album della formazione, "1984" (appunto) del 1984, il gruppo conquistò definitivamente i favori del grande pubblico, assicurandosi il secondo posto nella classifica USA di vendite degli album per cinque settimane consecutive dietro soltato al bestseller di Micheal Jackson "Thriller".

"Runnin' with the Devil" per gli appassionati dei Van Halen è un autentico must, essendo la traccia d'apertura del primo disco consegnato agli annali dalla band, l'eponimo album del 1978.

Eddie Van Halen fu anche titolare di prestigiose collaborazioni, prima tra tutte quelle con il Re del Pop: nel 1982 il chitarrista registrò l'assolo di "Beat It", originariamente inserita da Jackson in "Thriller", album che due anni dopo avrebbe soffiato il posto in testa alle classifiche USA a "1984" degli stessi Van Halen.

"Mean Street" è la traccia d'apertura di "Fair Warning", il quarto disco di studio pubblicato dai Van Halen nel 1981: l'album, nonostante fosse stato ben accolto dalla critica, smerciò negli USA appena due milioni di copie, segnando il picco negativo delle vendite nel periodo durante il quale la formazione fu capitanata dal frontman David Lee Roth.

Lo strumentale "Cathedral" fu inserito come terza traccia dell'album del 1982 "Diver Down": "La suonavo da un anno e volevo registrarla", spiegò lo stesso Van Halen a proposito del brano, "Suona come un organo di una chiesa cattolica, ecco perché è stata intitolata così. In quel pezzo ho usato una casino la manopola del volume. Se la usi troppo si scalda e smette di funzionare. Ho registrato due take di quella canzone, e giusto alla fine della seconda la manopola del volume si è partita: si è praticamente bloccata".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.