Whitney Houston, in Rete i video (non autorizzati) dell'ologramma

Ma gli eredi della scomparsa diva del soul non ci stanno e valutano azioni legali
Whitney Houston, in Rete i video (non autorizzati) dell'ologramma

Si è riaccesa una delle tante battaglie riguardanti l'eredità - artistica, ma non solo - di Whitney Houston: nelle ultime ore è affiorato in Rete uno spezzone video con un ologramma della sfortunata diva americana del soul, scomparsa tragicamente l'11 febbraio del 2012 alla vigilia dei Grammy Awards.

La clip, è bene specificarlo, non è recente, ma risale al 2016, quando un numero comprendente la presenza digitale dell'artista per un duetto virtuale con Christina Aguilera fu progettato per il gran finale di stagione dell'edizione americana del talent show The Voice: l'iniziativa fu abortita per volere della famiglia delle Houston, che giudicò non all'altezza il trattamento riservato all'immagine della congiunta dai responsabili della produzione del progetto.

A riportare d'attualità il tema è stato Scott Storch, produttore canadese in passato collaboratore di - tra gli altri - 50 Cent, The Game e Dr Dre: il quarantasettenne producer di Halifax ha collaborato con la Hologram USA, società che già si era occupata di realizzare gli ologrammi di Tupac Shakur e Michael Jackson, per la realizzazione di un programma - reso disponibile sul canale televisivo online FilmOnTV - intitolato "Hologram Icons". Lo show è incentrato sui set di artisti viventi come Ray J e Chief Keef e sulle esibizioni live - ovviamente virtuali - di grandi star della canzone scomparse, tra le quali figurano, oltre che a Jackson e Shakur, anche Billie Holiday e Notorious B.I.G.. E, ovviamente, Whitney Houston.

Secondo quanto riferito da TMZ, a fornire il materiale a Storch per includere anche l'ologramma dell'indimenticabile voce di "I Wanna Dance with Somebody (Who Loves Me)" sarebbe stato Alki David, già titolare del progetto abortito quattro anni fa per The Voice. Il produttore, conscio del rifiuto della famiglia di concedere l'autorizzazione all'utilizzo dell'ologramma, ha lavorato per apportare le migliorie del caso alla digitalizzazione prima di sottoporla a Storch. Sempre secondo la testata californiana, tuttavia, David e Storch avrebbero fatto i conti senza l'oste, cioè senza i familiari dell'artista: gli eredi della Houston sarebbero stati tenuti completamente all'oscuro del progetto, e al momento - sempre stando alle indiscrezioni di stampa - si starebbero attivando per procedere in sede legale al fine di bloccare lo show. Si attendono, a breve, sviluppi.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.