Britney Spears chiede al tribunale che non venga rinnovata a suo padre la tutela

La cantante statunitense preferisce Jodi Montgomery come tutrice, ma ad alcune condizioni...

Scrive il magazine statunitense con sede a Chicago Consequence of Sound, facendo riferimento alle carte acquisite dal New York Times, che Britney Spears avrebbe consegnato ieri in tribunale dei documenti che chiedono che non venga rinnovata a suo padre la tutela nei suoi confronti, tutela che dal 2008 alla fine del 2019 James Spears ha detenuto, dopo che la voce di “Toxic” ha attraversato alcuni crolli psichici ed è stata in più occasioni ricoverata. La figura del padre della cantante è stata però contestata, a partire dallo scorso anno, dal movimento #FreeBritney, fan e celebrity che accusano il signor Spears di abusare della propria posizione privando la figlia di qualsiasi autonomia e lucrando sulla “conservatorship” che gli è stata accordata.

A dare il via a #FreeBritney sono state le dichiarazioni, rilasciate nel 2019, della cantante: Britney Spears ha denunciato il fatto che suo padre l’avesse fatta ricoverare in una clinica contro la sua volontà, chiedendo al tribunale di essere svincolata dalla tutela di James, che sul finire di quell’anno ha temporaneamente abbandonato il suo ruolo, sostituito da .Jodi Montgomery, per occuparsi delle proprie condizioni di salute.

Ora, però, è arrivato il momento per il tribunale di decidere se assegnare nuovamente al padre della cantante la tutela della figlia oppure no. È in questo contesto che s’inserisce la richiesta dell’artista statunitense che il ruolo di tutore del padre venga “modificato sostanzialmente per riflettere gli importanti cambiamenti nel suo stile di vita attuale e i suoi desideri dichiarati”. Si legge ancora nei documenti del Times che la cantante si sarebbe “fortemente opposta” al rinnovo della tutela. Quanto a Jodi Montgomery, Britney Spears ha espresso la sua approvazione perché possa conservare il suo ruolo ma sottolineando la sua volontà di poter porre fine alla tutela nel caso lo desiderasse.

Nelle scorse settimane James Spears ha rilasciato alcune dichiarazioni in merito alla questione a Page Six, spiegando che “tutti questi cospirazionisti non sanno nulla” e sottolineando che le decisioni in merito alla tutela della figlia spettano solo al tribunale della California.

Dopo l’ultima residency, durata dal 2013 al 2017, a Las Vegas Britney Spears ha annullato la successiva che nei mesi di marzo, maggio, luglio e agosto 2019 avrebbe dovuto vedere nuovamente protagonista nella Città delle luci l’artista nata nel Mississipi. La “pausa indefinita” così inaugurata, legata alla salute di Britney, non si è da quel momento più conclusa.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.