Britney Spears, #FreeBritney torna puntare il dito contro il padre: ‘Le impedisce di prendere decisioni’

Il movimento #FreeBritney ha il sostegno di diverse celebrità: ha preso il via lo scorso anno dopo il ricovero di Britney Spears in una clinica psichiatrica.
Britney Spears, #FreeBritney torna puntare il dito contro il padre: ‘Le impedisce di prendere decisioni’

Da quando lo scorso anno Britney Spears è stata ricoverata in una clinica psichiatrica un nutrito gruppo di fan della cantante statunitense ha dato vita al movimento #FreeBritney, che metteva in luce la possibilità che la voce di “Toxic” fosse stata trattenuta nella struttura contro la sua volontà. Il gruppo aveva indetto una vera e propria manifestazione con cartelli che accusavano, ad esempio, lo storico manager di Britney Spears Larry Rudolph di interferenze non gradite. Il bersaglio principale del movimento - che ha tra i suoi sostenitori anche celebrity come, tra le altre, Miley Cyrus, Cher, Paris Hilton e Courtney Love – non è però Larry Rudolph bensì il padre della cantante, Jamie Parnell Spears, che dal 2009 ha la custodia della figlia per i problemi psichiatrici che da tempo affliggono la Spears. #FreeBritney accusa però l’uomo di abusare della sua “conservatorship”, dal loro punto di vista protrattrasi per troppo tempo, impedendo alla cantante di prendere decisioni autonome sulla sua vita e sulla sua carriera.

La questione è stata rilanciata oggi dall’account Diet Prada, che scrive, ad esempio, che “la legge è corrotta così come lo sono gli uomini di mezza età che rovinano la vita di una donna rigogliosa e di successo”. Si legge poi, nel corso del lungo testo che riporta l’hashtag #FreeBritney, che il padre della popstar sarebbe responsabile di una serie di ingerenze ai danni della figlia, sin da quando Britney era ancora bambina. Jamie Parnell Spears avrebbe ad esempio costretto la ragazza, in linea con le richieste della sua etichetta discografica, a modificare, mantenendolo su tonalità infantili, il suo timbro vocale che, si legge, sarebbe molto più simile a quello di Christina Aguilera. Vengono poi riferite le attività che la cantante non può svolgere senza l’autorizzazione del padre, che vanno dalla possibilità di guidare la macchina, alla facoltà di voto, alla possibilità di spendere il suo denaro.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.