AC/DC, la storia dello sconosciuto che per poco non sostituì Brian Johnson

Nel 2016 toccò ad Axl Rose rimpiazzare la voce di 'Back in Black', ma un giovane operaio della Nord Carolina mancò di un soffio la realizzazione del sogno rock'n'roll definitivo
AC/DC, la storia dello sconosciuto che per poco non sostituì Brian Johnson

Il podcast AC/DC Beyond The Thunder ha fatto luce su una pagina rimasta fino a oggi inedita della carriera dei campioni dell'hard rock australiani: nel marzo del 2016, quando il tour in supporto a "Rock or Bust" era in pieno svolgimento, il frontman del gruppo Brian Johnson accusò un forte calo di udito che lo costrinse, su indicazioni dei medici, a interrompere bruscamente quasiasi attività musicale. La band, non senza polemiche - interne e non - decise di mettere in pausa la tournée e proseguire con un altro cantante. Nemmeno un mese dopo l'annuncio della sospensione delle attività, gli AC/DC annunciarono in pompa magna l'ingresso di Axl Rose in formazione per completare le date rimaste in calendario, ma in quella trentina di giorni intercorsa tra il forfait di Johnson e ingaggio del frontman dei Guns N' Roses una sconosciuto operaio di Raleigh, in Nord Carolina, andò vicinissimo a coronare il sogno per definizione dei rocker di ogni età.

Lee Robinson lavorava come operaio impiegato nella manutenzione degli impianti di condizionamento e ventilazione, ma nel tempo libero si dilettava come frontman dei una tribute band degli AC/DC. Nel marzo del 2016 il suo telefono squilla: era l'entourage di Angus Young. Cliff Williams, il bassista del gruppo, aveva visto una suo performance su YouTube e aveva inoltrato ai suoi compagni la sua candidatura alla sostituzione di Johnson. Non era una novità che la band stesse prestando attenzione alle voci delle cover band. Tutto quello che doveva fare era prendere un aereo per Atlanta per incontrare il gruppo e sostenere un'audizione dal vivo.

Robinson, però, aveva un problema: il suo capo, al lavoro, non aveva nessuna intendizione di concedergli qualche giorno di ferie per fare il provino. Lui ci pensa, e decide di essere troppo vicino a coronare il sogno di una vita per farsi fermare da un impiego qualsiasi. "Mi sono detto: a questo punto, vale anche la pena di perdere il lavoro". Così Robinson saluta colleghi e datore di lavoro e sale sull'aereo per Atlanta. "Passai almeno un paio di giorni a esercitarmi", ricorda Robinson del pre-audizione: "Dormii pochissimo".

Alle 9 del mattino del 14 marzo 2016 Robinson entra nello studio di Atlanta dove gli AC/DC gli avevano dato appuntamento. Incontra i rodie, scambia quattro chiacchiere con l'entourage prende confidenza con le sale e poi si mette al microfono. I suoi idoli non ci sono ancora, ma a fargli da sparring partner ci pensano i tecnici, che imbracciano gli strumenti e gli fanno provare due pezzi, uno cantanto da Johnson - "Back In Black" - e uno dal compianto Bon Scott, "Touch Too Much".

La tensione è tanta, e Robinson, ora che a parlare è la musica, la accusa. "Riuscivo a malapena a cantare", ha spiegato l'artista/operaio: "Ero così teso, nervoso. Non riuscii a tirare fuori niente". Scoraggiato, il cantante è tentato dal gettare la spugna e chiede ai tecnici: "Vi ho già fatto perdere tempo?". Una risposta a una domanda del genere, però, potevano darla solo Young e compagni.

Poco dopo il gruppo al gran completo entra in sala. L'adrenalina, il destino, il dio del rock o chi per lui restituisce a Robinson voce e coraggio: quando la band attacca "Hells Bells" il frontman è carico come non mai e stupisce tutti. Angus compreso, che una volta abbassati i volumi lo prenderà da parte per dirgli: "Hai una voce pazzesca".

L'epilogo, per il giovane tecnico di condizionatori che si licenziò per inseguire il suo sogno, non fu da favola rock: il 16 aprile dello stesso anno gli AC/DC diffusero un comunicato per ufficializzare l'ingresso di Axl Rose in formazione. L'unica consolazione, per Robinson può essere quella di essere stato battuto, nell'ultimo miglio che lo separava dal sogno definitivo di ogni rocker, da uno dei più grandi frontman degli ultimi anni. Come concorrente, dopotutto, è stato all'altezza.
 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.