Freddie Mercury e la stima per John Lennon: ‘Un genio assoluto’

L'8 dicembre 1980 moriva John Lennon. Il giorno dopo Freddie Mercury gli dedicava, a Londra, durante un concerto dei Queen, "Imagine". Ma l'ammirazione di Freddie per l'ex Beatles andava ben oltre quell'omaggio.
Freddie Mercury e la stima per John Lennon: ‘Un genio assoluto’

“Quando ho saputo che John Lennon era morto sono rimasto scioccato ed estrerrefatto”, si legge nel testo “Freddie Mercury: A Life, In His Own Words”, ciò che di più simile esiste a un’autobiografia del compianto frontman dei Queen, nel paragrafo all’interno del quale Freddie Mercury ricorda quel maledetto 8 dicembre 1980, quando John Lennon è stato assassinato, a New York, da Mark Chapman, giorno al quale è seguita l’interpretazione di “Imagine” che il 9 dicembre la voce dei Queen ha dedicato a Lennon, a Londra, in omaggio all’artista scomparso. La stima di Freddie Mercury per l’ex Beatles andava ben oltre il rispetto per l’arte di uno dei più grandi. Si riferisce così a Lennon la voce di “Bohemian Rhapsody” nel testo realizzato dal curatore dell’archivio dei Queen Greg Brooks e dal visual producer della band Simon Lupton uscito nel settembre 2019: “John Lennon era straordinario e un genio assoluto. Anche nei primissimi anni in cui c’erano i Beatles ho sempre preferito le cose di John Lennon. Non so perché”. Prosegue ancora il cantante britannico nato a Zanzibar, ricordando la voce di “Woman”:

Aveva semplicemente quella magia. A essere onesto non mi piacerebbe per nulla mettermi alla pari di John Lennon perché lui era il più grande, per quanto mi riguarda. Non è questione di avere meno talento, solo che alcune persone sono in grado di fare certe cose meglio di chiunque altro e io sento di non essere equipaggiato nel fare le cose che Lennon faceva. Non penso che dovrebbero riuscirci tutti, perché John Lennon era unico, una tantum, ecco cos’era. 

Quest’anno cade il quarantesimo anniversario della morte di John Lennon, che dopo i lavori realizzati con i Beatles ha proseguito la sua carriera con diversi album solisti alcuni dei quali realizzati in collaborazione con la moglie Yoko Ono. Al quarantennale della dipartita di Lennon sarà dedicato anche un documentario, “John Lennon: The Final Year”, prodotto da Ken Womack, sul musicista di Liverpool.

Dall'archivio di Rockol - Le frasi memorabili di John Lennon
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.