Rock and Roll Hall of Fame 2020, Dave Matthews Band snobbata: per la prima volta ribaltato il voto popolare

Il gruppo del cantante e chitarrista di 'Away from the World', nonostante la vittoria al Fan Vote, non viene inclusa del novero degli iscritti dalla giuria di esperti e addetti ai lavori: nella storia dell'istituzione di Cleveland non era mai successo

Rock and Roll Hall of Fame 2020, Dave Matthews Band snobbata: per la prima volta ribaltato il voto popolare

I timori espressi dai fan negli ultimi giorni si sono purtroppo rivelati giustificati: nonostante la vittoria - con oltre un milione di preferenze - alla votazione aperta a fan e appassionati sul Web dal comitato che gestisce il pantheon del rock a stelle e strisce, la Dave Matthews Band non è stata inserita nel novero definitivo degli iscritti alla Rock and Roll Hall of Fame per il 2020. Benché la vittoria al Fan Vote, come da regolamento, non implichi d'ufficio l'insediamento del vincitore, da quando è stata data al pubblico la possibilità di esprimersi non era mai successo che l'artista arrivato a raccogliere il maggior numero di consensi presso la platea fosse escluso dal gruppo dei vincitori dalla giuria di esperti e addetti ai lavori nominata dal comitato organizzatore: i vincitori del "fan ballott" tra i 2012 e il 2019 - ovvero Rush, Kiss, Stevie Ray Vaughan, Chicago, Journey, Bon Jovi e Def Leppard - sono stati tutti poi riconfermati tra gli iscritti anche in via definitiva.

Il ribaltamento dell'orientamento popolare (che non ha riguardato solo il gruppo di "Crash": anche i Soundgarden, piazzatisi quarti nella gradutoria dei gruppi o artisti più votati dai fan, non sono stati ammessi alla Hall, nonostante il "fan vote" conteggiato, in virtù della loro presenza nella top five, nel computo finale delle preferenze), come preconizzato da più parti, ha scatenato le polemiche dei fan: "E' la conferma ciò che già da giorni era stato paventato", hanno spiegato in una nota i responsabili di DMB Confusion, il fan club ufficiale italiano del gruppo, "Senza nulla togliere ai grandissimi performer iscritti quest’anno nella Hall - ai quali facciamo i nostri più sinceri auguri - i fan italiani e di tutto il mondo della DMB sono in tumulto, e già hanno iniziato ad inondare i social con le loro rimostranze. Il sentimento principale è di delusione e perplessità: ci è stata chiesta un’opinione che poi è stata ignorata completamente. Sicuramente la DMB non ha perso nulla oggi, continuerà a realizzare record inaspettati (come quello di oggi, anche se in negativo, come prima band nella storia a vincere il fanvote della Rock and Roll Hall of Fame e a non esserne ammessa), a vendere milioni di dischi e biglietti e a suscitare l’amore incondizionato dei suoi fan. Di fatto dal punto di vista di chi fruisce in prima persona la musica, i fan, la DMB ha già vinto. Ci dispiace notare che l’unica sconfitta di oggi sembra essere la credibilità del sistema del Fan Vote, che in ultima analisi è stato quasi completamente snobbato, non solo per quanto riguarda la DMB".

Come osservano gli stessi fan, la reazione del gruppo alla mancata iscrizione è stata all'insegna della massima correttezza e sportività:

"Congratualazioni a tutti i nostri compagni di nomination che saranno introdotti nella Rock and Roll Hall of Fame. Vogliamo esprimere la nostra gratitudine a tutti i nostr incredibili fan e al loro supporto. Abbiamo raggiunto un milione di voti. Grazie".

"Ascoltavo i Nine Inch Nails quando guidavo un furgone rosso per andare suonare alle feste delle confraternite universitarie e nei piccoli club: sono contento che loro [la giuria] li abbiano scelti", ha spiegato in un tweet il bassista dalle DMB Stefan Lessard: "Congratulazioni al resto dei vincitori Grazie ancora per aver portato il voto dei fan a un milione, la potenza dei nostri fan è ineguagliabile".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.