Chester Bennington, la morte e quel progetto rimasto incompiuto

La vedova rivela sui social che il cantante dei Linkin Park stava lavorando a un progetto molto importante prima della sua morte.
Chester Bennington, la morte e quel progetto rimasto incompiuto

Arriva un album tributo a Chester Bennington inciso dai Grey Daze, la band che il cantante aveva prima di entrare a far parte dei Linkin Park. E ad annunciarlo è la vedova Talinda, con un lungo post pubblicato sui social, svelando che prima di morire Bennington aveva parlato con i suoi ex compagni di band di una possibile reunion.

Insieme ai Grey Daze, all'inizio della sua carriera, Chester Bennington registrò gli album "Wake me" (1994) e "...No sun today" (1996). Fondò la band insieme ai chitarristi Jason Barnes e Steve Mitchell, al bassista Jonathan Krause e al batterista Sean Dowell, salvo poi abbandonarla nel 1998 per aggiungersi ai Linkin Park.

Ora, la vedova del cantante rivela sui social che prima di morire Chester Bennington aveva rivisto i suoi ex compagni di band e con loro aveva deciso di riformare il nucleo originale dei Grey Daze, tornando a condividere lo studio di registrazione:

"Nel febbraio del 2017 Chester e i suoi compagni di band cominciarono a registrare di nuovo la loro musica per ripubblicarla. C'era in programma anche un concerto per il ventennale, nell'autunno dello stesso anno".

Superato lo shock per la morte del cantante, i Grey Daze si sono rimessi al lavoro per terminare ciò che avevano iniziato insieme a Bennington. E - stando a quanto lascia intendere la vedova - a breve sarà pubblicato il risultato di quei mesi di lavoro, rimasto a metà ma portato ora a termine.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.