Michael Stipe è tornato: la tensione di "Your capricious soul"

Il suo debutto solista è un singolo lontano dalle atmosfere dei R.E.M., e non è volutamente semplice da reperire e ascoltare. Ecco perché.
Michael Stipe è tornato: la tensione di "Your capricious soul"

Il primo singolo di Michael Stipe da solista non è la sua prima canzone da solo. Negli anni l’ex cantante dei R.E.M.: ha disseminato molte apparizioni: soprattutto collaborazioni, ma anche canzoni in solitudine, alcune molto interessanti.
“Your capricious soul” ci dà però due notizie: ad 8 anni dalla fine della band ha finalmente deciso di fare sul serio con la carriera solista; e ha deciso di farlo a modo suo, anche nella distribuzione della sua musica. C'è anche una una non-notizia: la sua musica attuale non ricorda per niente i R.E.M..

La canzone è un racconto “alla Stipe”, questo sì, che affronta le contraddizioni di un personaggio alle prese con il presente, un tema affrontato con brani come “The lifting”, o “Mr. Richards”, tanto per citarne un paio. In questo caso Stipe racconta l’egocentrismo da social visto come (falsa) risoluzione della ricerca di sé: 

honey’s got got got a new feeling   
honey peeled herself off the ceiling   
because god god god is revealing —     
how to serve your body,  how to serve your mind,  
searching your capricious soul   
                             
so you post post post on the weekend    
and you pretend you are a seeker         
when they all come loving and looking 

Stipe usa la voce in maniera quasi sottile, con una base elettronica - opera di Andy LeMaster, che già aveva collaborato con Stipe in passato e remixato brani dei R.E.M. La canzone non ha una struttura classica e la base riesce efficacemente a creare una tensione che non viene risolta, anzi viene lasciata cadere bruscamente alla fine del brano.

Ecco la prima non-notizia: la nuova musica di Stipe prende inevitabilmente e volutamente le distanze dai R.E.M.. C'è solo qualche eco di alcuni momenti di "Up". Ma niente chitarre, niente armonie: c’è l’artista, c’è la sua testa e la voce, non c’è la band e la sua pancia. Questa canzone mi ha ricordato l’ultimo disco di Neneh Cherry con Four Tet, ed è un gran complimento.

Però Stipe ora ha finalmente una sua dimensione solista, un suo percorso e ha deciso di fare le cose a modo suo, lontano dagli schemi abituali. Niente distribuzione su piattaforme (arriverà tra un mese), ma canzone in download libero sul suo sito, o a pagamento  per beneficienza - e in questo caso si ricevono “paratesti” come una gif, due video, un autoritratto, un poster. La canzone è distribuita in formato Aif, è il "master" di studio: come spiegato su Twitter da un suo collaboratore, il risultato è che volutamente difficile da ascoltare, convertire e trasferire su un telefono. Stipe ci sta dicendo che la musica oggi è troppo legata ai suoi mezzi  di distribuzione. Conta più la forma o la sostanza? Diamo la precedenza alle piattaforme o alle canzoni?

Non abbiamo notizie sull’uscita del disco né di concerti collegati - forse sapremo qualcosa di più nei prossimi giorni, in cui il cantante sarà in Italia, ma per un'altro suo lavoro, il libro dedicato a Douglas Coupland. Quanto a "Your capricious soul" è un buon inizio, è quasi commovente risentire la sua voce, ed è bello sapere che la sentiremo ancora.

(Gianni Sibilla)

Dall'archivio di Rockol - canta "No time for love like now" per l'Italia
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.