X Factor 2019, i bootcamp di Gruppi e Under Donne: cosa è successo

Samuel e Sfera Ebbasta hanno assemblato i loro team in una serata ricca di contestazioni dal parte del pubblico, soprattutto all'indirizzo del frontman dei Subsonica

X Factor 2019, i bootcamp di Gruppi e Under Donne: cosa è successo

Si è svolta nella serata di oggi, giovedì 3 ottobre, al Forum di Assago, a Milano, la prima serata di selezione dei bootcamp di X Factor 2019. I giudici chiamati a selezionare gli elementi che faranno parte della proprie squadre sono stati il frontman dei Subsonica Samuel, al quale è stata affidata la categoria Gruppi, e Sfera Ebbasta, al quale è stata affidata la categoria Under Donne. A esibirsi iniziano i gruppi. La prima band a salire sul palco è stata quella delle Ophelya, che hanno eseguito la cover di Alice Merton "No Roots", guadagnandosi la sedie per passare la prima fase eliminatoria. Tocca poi ai Kyber, con la cover di "As You Are" di Rag'n'Bone Man: anche a loro, nonostante qualche dubbio di Samuel, viene accordato il passaggio alla fase eliminatoria successiva. I Metriaksak vengono spediti a casa al primo ascolto, a differenza dei Monkey Tempura, per i quali - comunque - Samuel ha chiesto un consulto ai colleghi giudici.

Non ce la fanno gli Ambo i Lati, mentre i romani K_mono, con una rilettura in chiave elettronica del classico di Chris Isaak "Wicked Game", si guadagnano plauso del pubblico e sedia. Per giudicare i TNL da Ancona Samuel chiede un consulto a Sfera Ebbasta: sia il rapper che il cantante torinese concordano sul fatto che "il livello non sia eccelso", mettendo fuori gara il duo.

I Keemosabe con una cover dei Foals conquistano l'ultima sedia libera, aprendo la fase dello switch, ovvero dell'eventuale eliminazione di concorrenti già qualificati in favore di altri non ancora esibitisi e giudicati più meritevoli. Con l'eliminazione diretta degli Accasaccio - che non la prendono benissimo, dietro le quinte - Samuel viene contestato dalla platea. I Sierra da Roma conquistano la sedia a discapito delle Ophelya, che vengono eliminate definitivamente.

Per le Booda si alza in piedi ad applaudire anche Samuel, che - ovviamente - qualifica il trio, questa volta ai danni dei Monkey Tempura. I Seawards si presentano con una formazione modificata rispetto alla prima apparizione al talent: la loro esibizione conquista i favori della giuria e del pubblico. Samuel prima nicchia, poi gli assegna una sedia, quella precedentemente occupata dai Keemosabe. I colleghi giudici restano basiti, il pubblico contesta rumorosamente: "Ci fosse stata una sedia in più, sarebbero stati qui con noi", dicono loro prima di infilare la porta. La platea non ci sta, e dagli spalti continua a contestare. Samuel: "Silenzio, non mi fate incazzare, abbiamo cinque gruppi che meritano di stare qui". Il pubblico continua a contestare: "Hai sbagliato". Il giudice risponde: "Me ne assumo la responsabilità, ci rivedremo alla fine di X Factor". "Li avrei rovinati", spiega Samuel alla Maionchi, che lo incalza: "Sei un musicista, avresti potuto seguirli".

Poi tocca alle Under Donna, che come giudice hanno Sfera Ebbasta. Il rapper di Cinisello fa sedere Claudia Ciccatteri, Martina Maggi, Sara D'Elia, Arianna Del Giaccio e Silvia Cesana (in arte Sissi), ma non a Miriana Legari (in arte Eclisse, al quale Sfera dice: "il rap non può essere interpretazione, hai fatto il karaoke su un pezzo di Salmo"), Sara El Abbadi (in arte Sea, in gara con una brano, "Twerk", cantato in arabo) e Maria Sitja De Cuevas. Poi iniziano gli switch. 

A Lavinia Di Ferdinando "L'isola che non c'è" di Edoardo Bennato non basta a togliere la sedia alle concorrenti già qualificate, mentre a Maria D'Amico "Eye in the Sky" degli Alan Parsons Project (nella versione di Noa) vale la sedia ai danni di Claudia Ciccatteri. Giulia Galitzia (in arte Doll Kill) porta una cover dello stesso Sfera Ebbasta, convince il suo giudice e si aggidica lo switch ai danni di Sara D'Elia: anche in questo caso, la platea non risparmia critiche. Matilde Ardemagni viene eliminata direttamente, senza mettere a rischio la posizione delle altre concorrenti. Mariam Rouass porta una rilettura di "Uno squillo" di Capo Plaza, conquista una standing ovation da parte del pubblico e una sedia a discapito di Martina Maggi. 

Beatrice Giliberti si aggiudica lo switch eliminando Arianna Del Giaccio, che prima di lasciare il palco si rivolge al pubblico che le tifava contro: "Non è carino continuare a sentire 'quattro, quattro, quattro' [il numero della sedia che occupava]". "Fatti scivolare addosso le cose che non ti servono", la consola Sfera Ebbasta. Sofia Tornambene, in arte Kimono, porta "La leva calcistica del '68" di Francesco De Gregori: il pubblico applaude, i giudici si dichiarano colpiti, e la qualificazione con lo switch - ai danni di Maria D'Amico - è inevitabile. Giordana Petralia, accompagnandosi con l'arpa, rilegge Ke di "Strange World": "In che situazione mi hai messo?", si (e le) domanda Sfera Ebbasta, che le accorda lo switch - "Il più difficile della serata", lo definisce il giudice - a discapito di Doll Kill (Giulia Galitzia).

Ecco, quindi, le prime due squadre di X Factor 2019:

Under Donne (Sfera Ebbasta):
Beatrice Giliberti 
Sofia Tornambene
Giordana Petralia
Silvia Cesana
Mariam Rouass 

Gruppi (Samuel):
Seawards
Sierra
K_mono
Kyber
Booda

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.