Rockol - sezioni principali

NEWS   |   Tech test / 13/06/2019

Il ritorno dell’iPod: la prova del Touch, l’entry level di Apple

Dopo 4 anni, una versione potenziata dell’ultimo prodotto in commercio a portare lo storico marchio. Pensato per i nuovi servizi (su tutti, Arcade in arrivo autunno). Un oggetto pensato per l’ertainment e per i più giovani

Il ritorno dell’iPod: la prova del Touch, l’entry level di Apple

E’ tornato l’iPod - che non era mai andato via: quasi 18 anni dopo la storica presentazione del primo riproduttore musicale - ottobre 2011 - il Touch è l’ultimo prodotto nella linea Apple a portare quel marchio. Non veniva aggiornato da 4 anni - ed eccolo in una nuova/vecchia versione: è stato aggiornato all’interno, con un nuovo processore, mentre all’esterno è uguale a quello del 2015.

Una mossa controtendenza? No, una mossa che si spiega con la filosofia attuale di Apple, che produce non solo hardware (computer, iPhone e iPad) e Software (sistemi operativi, app) ma servizi: Apple Music, iCloud, e i futuri Apple TV+ e Apple Arcade, in arrivo in autunno. Si spiega così la necessità di un iPod Touch nuovo: economico ma potente abbastanza per far girare il nuovo sistema operativo e Apple Arcade. 

E’ disponibile in sei versioni colorate, cinque con frontale bianco (e retro rosso, rosa, argento, oro, azzurro) e una con frontale nero (e retro grigio siderale): lo abbiamo provato. Quando è uscito era molto simile agli iPhone, che nel frattempo sono cambiati parecchio; Oggi, in mano, dà una sensazione di leggerezza e di piccolezza fuori dal tempo. Lo schermo a 4” è sempre ottimo, ma la percezione rimane di uno schermo ridotti, se avete preso in mano un iPhone recentemente. Nel design rimane la presa jack sparita dagli iPhone (e anche dal nuovo iPad Pro) - tanto che viene fornito con un paio di cuffie tradizionali, senza la pretesa lightning. Il tasto home non è “touch iD”.  

Se l’iPod Touch del 2015 era pensato soprattutto per la musica (venne lanciato in contemporanea con Apple Music), questo punta decisamente sulla sua altra vocazione, i giochi: Apple Arcade. Il nuovo processore A10 fusion permette miglioramenti fino a 2 volte nella velocità, 3 volte nella grafica e ha supporto alla realtà aumentata nei giochi

Naviga su wi-fi, ovviamente, ha una fotocamera da 8 megapixel e supporto a tutti i servizi ed app recenti Apple: ha iOS12 preinstallato. Il prezzo d’entrata a 249€ per il modello a 32gb (la versione 2015 aveva la metà della capienza e lo stesso costo).

Vale la pena, un iPod Touch, oggi? Questo device non punta ad un pubblico adulto, ma può essere un’ottima entrata per i più giovani, e permettere ai genitori anche di controllarne l’uso (una delle ultime funzioni di iOS è il controllo del tempo di utilizzo). E’ uno strumento dedicato all’intrattenimento con tutte le caratteristiche ed i servizi Apple. Insomma un ottimo prodotto per i figli più giovani, e anche per i genitori.  I tempi sono cambiati, musica e giochi si consumano in maniera diversa, ma il marchio iPod è ancora vivo e vegeto, anche se ha cambiato pubblico.

https://cdnrockol-rockolcomsrl.netdna-ssl.com/K8s3idNfHLEHh8rgO7Zz0aHZrYQ=/700x0/smart/rockol-img/img/foto/upload/ipodtouch-apple-arcade-screen-06032019.jpg