Madonna ad Eurovision 2019 inneggia alla pace in Medio Oriente

La popstar si è esibito nella serata finale di Tel Aviv dell'Eurovision Song Contest. Brutta performance canora e una risposta alle polemiche politiche sul palco.
Madonna ad Eurovision 2019 inneggia alla pace in Medio Oriente

Madonna è stata l'ospite d'onore della finale dell'edizione 2019 dell'Eurovision Song Contest. La popstar ha cantato con Quavo "Future", canzone che sarà compresa in "Madame X", il suo nuovo album in uscita il 14 giugno nonché il classico "Like a prayer", eseguito assieme ad un coro di 35 persone. La performance era stata confermata solo nei giorni scorsi, solo dopo un lungo tira e molla con  l'organizzazione (che fino a mercoledì ha parlato di "contratto non firmato", salvo poi trovare un accordo e ufficializzare il tutto nella serata di giovedì) dopo diverse polemiche con i colleghi musicisti che sostengono il boicottaggio artistico alla nazione per via del conflitto palestinese. Soltanto oggi Bobby Gillespie dei Primal Scream ha definito Madonna "Una prostituta totale".

La cantante ha risposto così, mettendo le bandiere di Israele e Palestina sulla schiena di due ballerini abbracciati.  Qualche fischio dalla platea per i concorrenti islandesi, che inquadrati al momento dei voti hanno esposto una sciarpa con la scritta "Palestina".

La performance è stat precedura da una breve e imbarazzante intervista, in cui Madonna ha applicato il ritornello di una delle sue canzoni più famose allo spirito dell'Eurovision: "Music makes the people come together". Qualche problema vocale nella performance vera e propria, invece: se nella seconda parte, quella di "Future", l'uso massiccio di autotune faceva parte del brano, in "Like a prayer" Madonna ha steccato parecchio.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.