NEWS   |   Italia / 14/05/2019

Raf e Umberto Tozzi, il report del concerto al Forum di Assago

Il tour congiunto di Raf e Umberto Tozzi ha debuttato oggi, 13 maggio, al Forum di Assago di Milano: la nostra recensione del concerto.

Raf e Umberto Tozzi, il report del concerto al Forum di Assago

Superato il trambusto iniziale per la presenza in tribuna di Gigi D’Alessio, con foto di rito e l’inevitabile fluire della folla in direzione del vip smascherato, le luci che si spengono avvisano che il duo si prepara a riempire il Forum di Assago, nella periferia milanese, con la sua musica. In quella che è la prima data del tour congiunto della coppia una scenografia minimale, con giochi di luce dal sapore anni Ottanta, accoglie Raf e Umberto Tozzi, accompagnati dalla loro squadra di musicisti: Elisa Semprini, Daniele Leucci, Raffaele Chiatto, Valerio Bruno, Maurizio Campo, Gianni Vancini, Salvatore Cafiero, Gianni Daddese, Riccardo Roma e Gabriele Blandii. Sportivo Raffaele Riefoli, elegante Tozzi: la versione live del sodalizio artistico tra i due si apre con “Il battito animale”, firmato da Raf, che dà il via al concerto. La scaletta prosegue alternando i classici del cantautore pugliese a quelli di Tozzi, attraversando hit come “Ti amo”, “Sei la più bella del mondo”, “Gente di mare”, “Si può dare di più”, “Cosa resterà degli anni Ottanta”, “Tu”, “Infinito” e “Gloria”. Le interpretazioni a volte s’incrociano, altre, invece, il palco è solo dell’uno o dell’altro dei due artisti, che interagiscono con complicità calandosi abilmente nei brani del compagno. Non mancano i momenti di leggerezza, con un’incursione sul palcoscenico dei comici Pio e Amedeo che propongono la loro versione ai “frutti di mare” del singolo portato dai due artisti all’Eurofestival del 1987, “Gente di mare”. Così come il momento cover non si fa troppo attendere: Raf e Tozzi cantano al pubblico del Forum il classico beatlesiano “Yellow Submarine”, con tanto di balletto con coreografia. 

In due ore e mezza abbondanti di concerto non sempre i brani vengono eseguiti per intero e la scelta dei medley è in più occasioni ripetuta, mentre il pubblico del palasport abbandona gradualmente i suoi posti a sedere – anche nel parterre sono state allestite le file di sedie – per avvicinarsi il più possibile al palco e sostenere i suoi beniamini. L’età media è piuttosto alta e le quote rosa abbondano, ma s’intravede anche della gioventù, che dimostra di aver masticato anch’essa i brani, entrati ormai nel canzoniere italiano, dei due artisti. “Io e Raf siamo venuti qui con una sola intenzione, quella di farvi divertire. Vi state divertendo? Perché noi ci stiamo divertendo parecchio”, dice Umberto Tozzi alla folla. Che per i due condividere il palcoscenico significhi prima di tutto divertirsi insieme e con il loro pubblico è dimostrato dall’energia che non li abbandona fino alla fine del set, che chiude con i classici “Infinito”, di Raf, e “Gloria”, di Tozzi. Prossima tappa il 16 maggio al Nelson Mandela Forum di Firenze, seconda data della tournée che dopo aver attraversato le principali città italiane si concluderà il 7 giugno ad Ancona.  

Scaletta:

Il battito animale 
Ti amo 
Due 
Notte rosa 
Sei la più bella del mondo 
Dimmi di no 
Non è mai un errore 
Roma nord/ Qualcosa qualcuno/ Se non avessi te/ Gli innamorati
Gente di mare 
Iperbole/ Siamo soli nell’immenso vuoto che c’è/ Per tutto il tempo/ Show me the way to heaven
Si può dare di più 
Come una danza 
Gli altri siamo noi 
Yellow Submarine
Come una favola 
Dimentica dimentica/ Eva/ Donna amante mia/ Io camminerò/ È quasi l’alba/ Ossigeno/ Via
Cosa resterà degli anni Ottanta 
Immensamente 
Inevitabile follia 
Io muoio di te 
Self Control 
Stella stai 
Ti pretendo 
Tu 

Bis

Infinito 
Gloria 

Scheda artista Tour&Concerti
Testi