Comunicato Stampa: 'Forma e poesia nel jazz' a Cagliari

La redazione di Rockol non è responsabile del contenuto di questa notizia, che è tratto da un comunicato stampa. Artisti, etichette e aziende che vogliono rendere note le proprie iniziative attraverso la pubblicazione di un loro comunicato stampa in questa sezione possono indirizzare una e-mail a presskit@rockol.it. La pubblicazione dei comunicati è a discrezione della redazione.

Ritorna a Cagliari la rassegna "Forma e poesia nel jazz".
E per "Comici e Comici" arrivano Paolo Hendel e Natalino Balasso.

Riapre i battenti a Cagliari "Forma e poesia nel jazz": dopo tre anni di assenza, la rassegna dedicata al jazz italiano riprende il cammino intrapreso nel 1996 e interrotto nel 2002. Enrico Rava e Franco D'Andrea, Rita Marcotulli e Maria Pia De Vito, Stefano Bollani e Roberto Gatto: ecco i protagonisti dell'ottava edizione in programma tra il 12 aprile e il 25 maggio al Teatro Alfieri. Un'edizione all'insegna dei duo, con la sola eccezione di Rossana Casale in quintetto per un omaggio alla grande Billie Holiday.

Organizzata dall’associazione culturale Shannara con il contributo dell’Assessorato allo Spettacolo e Attività Culturali della Regione Autonoma della Sardegna e dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Cagliari, la rassegna si inaugura il 12 aprile (ore 21) con Enrico Rava e Franco D'Andrea. Autentiche icone del jazz italiano, il trombettista e il pianista rinnoveranno sul palco del Teatro Alfieri il loro felice connubio artistico. Un legame, quello fra Rava e D’Andrea, le cui origini coincidono con i primi passi importanti delle rispettive carriere artistiche, alla corte di Gato Barbieri, nei primi anni Sessanta, e che nel corso di quattro decenni ha avuto modo di rinnovarsi in occasioni e contesti diversi. Ma è forse proprio nella dimensione ristretta del duo che si possono apprezzare meglio le affinità e le intese profonde fra due straordinarie sensibilità musicali. Il concerto ideale per inaugurare questa edizione di "Forma e poesia nel jazz".

Che si vestirà di rosa nel successivo appuntamento in programma il 23 aprile per una serata di grande musica tutta al femminile: protagoniste, Maria Pia De Vito e Rita Marcotulli. La cantante napoletana e la pianista romana si conoscono personalmente e musicalmente da una ventina d’anni, ma solo nel 1994 iniziano a concretizzare dei progetti comuni: con il progetto Nauplia (documentato dal cd omonimo) esplorano insieme le possibilità di sintesi tra elementi della cultura musicale napoletana, mediterranea, e l’improvvisazione. Con il duo in arrivo a Cagliari, l’asse De Vito-Marcotulli si ricompone ma per allontanarsi stavolta dal campo della ricerca sulle musiche etniche: ora l’intenzione è quella di accostare il vasto patrimonio comune sul piano dell’interplay e del gusto per la ricerca compositiva, alle possibilità sonore offerte dalle nuove tecnologie, utilizzando per questo progetto anche sequenze, suoni "composti" da sovrapposizioni di campionature, stratificazioni ritmiche e vocali, grazie all’utilizzo di loops creati estemporaneamente dalla sola voce.

Ancora un duo tutto italiano per il terzo concerto in calendario: il 19 maggio a salire sul palco dell’Alfieri saranno Stefano Bollani e Roberto Gatto. Trentadue anni compiuti a dicembre, il pianista milanese (ma toscano d'adozione) ha bruciato le tappe del successo per diventare in breve tempo, da promessa di talento, uno dei musicisti italiani più apprezzati da pubblico e critica. Se ne sono accorti anche in Giappone, dove due anni fa la più autorevole pubblicazione jazz di quel paese, lo Swing Journal, ha conferito a Stefano Bollani il "New Stars Award", prima volta per un musicista europeo. Classe 1959, Roberto Gatto è non di meno considerato tra i migliori batteristi del panorama europeo: sulle scene del jazz fin dalla metà degli anni Settanta, il percorso intrapreso da giovanissimo gli permette oggi di vantare un ragguardevole bagaglio di esperienze, sia alla testa di gruppi propri, sia come sideman, in concerto o in studio di registrazione, accanto a musicisti di primissimo piano della scena italiana e internazionale. Membro stabile del quartetto e del quintetto di Enrico Rava (mentore anche di Stefano Bollani), le sue formazioni si caratterizzano per un calore tutto mediterraneo, oltre che per un’interessante ricerca timbrica e un’impeccabile tecnica esecutiva. Dieci gli album da leader, otto quelli in cui compare come coprotagonista, mentre superano quota settanta i titoli in cui figura nelle vesti di sideman.

Billie Holiday in me: è il titolo del progetto di Rossana Casale che chiude - il 25 maggio - il calendario di "Forma e poesia nel jazz". In scena al teatro Alfieri la cantante italiana per un personalissimo omaggio ad una delle più grandi voci della storia della musica nera. Alla testa di un quintetto con Luigi Bonafede al pianoforte, Roberto Regis al sax alto e soprano, Aldo Mella al contrabbasso e Francesco Sotgiu alla batteria, la Casale proporrà una lunga serie di brani celebri di Billie Holiday, come God Bless The Child, Lover Man e Body And Soul, interpretati come un lungo viaggio attraverso sentimenti ed emozioni, senza particolari rielaborazioni, ma rispettando la composizione dei temi e le armonizzazioni originali.

Biglietti (intero 15 euro, studenti 10) e abbonamenti (intero 50 euro, studenti 32) per la rassegna si possono acquistare al Box Office di Cagliari (in viale Regina Margherita, 46 - tel 070657428) e, dal 2 aprile, al botteghino dello stesso Teatro Alfieri (via della Pineta, 209).

Non solo jazz: Shannara, infatti, è anche sinonimo di teatro comico e cabaret. Sotto l'insegna di "Comici & Comici" si riconoscono gli appuntamenti con la risata proposti dall'associazione culturale, che per questa primavera presenta tre diversi spettacoli: fra l'8 aprile e il 6 maggio, si riderà a Cagliari con Paolo Hendel e con Natalino Balasso, e nella vicina Sinnai con Jacopo Cullin, recentissima rivelazione della comicità isolana.

Sarà proprio quest'ultimo ad aprire il trittico: venerdì 8 aprile, l'attore-cabarettista cagliaritano tiene banco al Teatro Civico di Sinnai con "6 in me!", di cui è l'autentico mattatore: fra gag e scenette esilaranti, Cullin - che firma anche scenografia, immagini, colonna sonora, costumi e regia dello spettacolo - si alterna nei panni di sei personaggi tipici della cagliaritanità - compreso il pensionato divenuto popolare attraverso gli schermi televisivi con il suo tormentone "oooohh Roberto!" - ognuno preceduto sul palco da un breve filmato di presentazione.

Si ride ancora il 27 aprile, ma al Teatro Alfieri di Cagliari, con un volto noto della comicità "made in Italy", Natalino Balasso. L'attore veneto si presenta con il suo nuovo spettacolo, "Ercole in Polesine", ovvero "Il mito greco tra i fumi della Val Padana". Un divertente viaggio attraverso cinquemila anni di storie, miti, leggende che parlano di Dei cornuti e imbroglioni, di eroi svogliati e mitomani, di uomini disperati e sbruffoni. Un contenuto inconsueto per le iperboli comiche di Balasso e la sua grottesca parlata, che sembra fatta apposta per raccontare i più antichi tra i miti greci.

Chiude la serie di appuntamenti con la comicità uno tra i più acclamati artisti della risata della scena nazionale, Paolo Hendel. Il 6 maggio, il comico toscano presenterà sul palco dell'Alfieri "Non ho parole!", il suo nuovo spettacolo in cui conduce per mano il pubblico attraverso la realtà deformata dalla televisione svelando gli inganni del tubo catodico con la sua caustica ironia.

Dodici euro il prezzo del biglietto per lo spettacolo di Jacopo Cullin, quindici, invece, per quelli di Natalino Balasso e Paolo Hendel. L'abbonamento per tutte e tre le serate costa trentacinque euro. Prevendita a Sinnai, al Bonsai Caffè (via Flumendosa), al Velacaffè di Quartucciu (presso il Centro Commerciale "Le Vele"), e a Cagliari, al Box Office e al Teatro Alfieri.
Dall'archivio di Rockol - I dieci migliori album del 1987
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.