Rockol - sezioni principali

NEWS   |   Italia / 19/04/2019

Side Baby - la recensione di "Arturo"

Side Baby - la recensione di "Arturo"

Lo scorso anno l'uscita dalla Dark Polo Gang, che ha sorpreso i fan del collettivo trap della Capitale. Dunque un paio di singoli, "Medicine" e "Non sei capace" (e poi "Nuvola", insieme a Dref Gold). Ora arriva finalmente l'album che segna l'esordio solista di Side da ex membro della Dark Polo Gang. Contiene undici tracce che vedono il rapper romano cercare un equilibrio tra le pose della trap e l'intimismo con cui racconta la sua quotidianità fatta di insicurezze di cui prende coscienza e ferite che prova a ricucire. Lo abbiamo ascoltato:

Arturo ha provato ad allontanarsi dai luoghi comuni del genere anche musicalmente: il suo è un disco molto meno trap e molto più conscious, caratterizzato da meno autocelebrazione e più introspezione (anche se dopo aver ascoltato "Medicine" e "Non sei capace", gli efficaci singoli pubblicati lo scorso anno e non inclusi nel disco, era lecito aspettarsi qualcosina di più - ma il disco, tutto sommato, nel suo genere funziona). "Di sicuro si allontana da quel 'bling bling', troie, 'guarda il mio anello quanto brilla", spiega Side a Rockol, "ma farò sempre trap. Ho già in mente altri progetti".

Leggi la recensione completa di "ARTURO" cliccando qui

Scheda artista Tour&Concerti
Testi