NEWS   |   Pop/Rock / 13/02/2019

Billie Eilish, c'è la 'benedizione' di Dave Grohl: 'Lei come i Nirvana, è la prova che il rock non è morto'

Billie Eilish, c'è la 'benedizione' di Dave Grohl: 'Lei come i Nirvana, è la prova che il rock non è morto'

Avere diciassette anni e venire paragonati da uno dei rocker più in vista sulla piazza mondiale a quella che è stata identificata l'ultima band a fare epoca è decisamente impegnativo, e alla giovanissima cantante losangelina di "Don't Smile at Me" è appena successo: nel corso di una conferenza tenuta ieri, martedì 12 febbraio, presso il Beverly Hilton Hotel di Los Angeles, il batterista dei Nirvana oggi leader dei Foo Fighters Dave Grohl ha definito Billie Eilish "la prova che il rock non sia ancora morto".

"Le mie figlie sono ossessionate da Billie Eilish", ha spiegato Grohl al numero uno di Live Nation Michael Rapino, anche lui parte del panel del convegno: "Le sta succedendo esattamente quello che successe ai Nirvana nel 1991. Le gente si chiede: 'Il rock è morto?'. Quando guardo gente come Billie Eilish, capisco che il rock non è ancora morto".

Nonostante l'endorsement nei confronti della Eilish (che si esibirà in Italia il prossimo 21 febbraio a Milano e il 31 agosto sempre nel capoluogo lombardo al festival Milano Rocks!), Grohl ha ammesso di non essere la persona più indicata per fare un punto sullo stato dell'arte dell'industria discografica attuale: "Ci sono un mucchio di cambiamenti nella musica che non capisco", ha ammesso il frontman e polistrumentista, "Non so che differenza ci sia tra Pandora e Spotify. Non ci arrivo proprio. Non ho le app sul telefono, scusate".

L'artista ha anche fatto cenno al futuro del suo attuale gruppo: "Quando i Foo Fighters hanno compiuto vent'anni ho pensato: ma sì, facciamo un altro disco e poi tiriamo i remi in barca. Solo uno e poi basta. Adesso non possiamo scioglierci. Sarebbe come quando dei nonni divorziano. Sono sicuro che succeda, ma credo che tutti si chiedano: 'Perché?'".

Scheda artista Tour&Concerti
Testi