'Come ti permetti di rovinare un capolavoro assoluto?': Morgan risponde alle critiche, dopo lo speciale su Freddie Mercury

'Come ti permetti di rovinare un capolavoro assoluto?': Morgan risponde alle critiche, dopo lo speciale su Freddie Mercury

"Come si fa a rovinare una canzone? Molte volte mi è capitato di sentire dire che qualcuno stava rovinando una canzone, e ho sempre pensato: le canzoni, se mai fosse possibile rovinarle, si rovinano solo pensando che siano rovinabili". È un Morgan a ruota libera quello che, all'indomani dello speciale su Freddie Mercury e i Queen andato in onda su Rai2, con l'ex frontman dei Bluvertigo nei panni di commentatore, risponde ai commenti di chi sui social lo ha accusato di aver rovinato con le sue reinterpretazioni i classici della band di "Bohemian Rhapsody".

Nel corso dello speciale, Morgan non ha mancato di suonare dal vivo - affiancato da Petra Magoni dei Musica Nuda e Megahertz - alcuni brani del repertorio dei Queen: da "We will rock you" a "The show must go on", passando per "Bohemian Rhapsody" (che ha raccontato anche attraverso una breve analisi tanto del testo quanto della musica), "Another one bites the dust" e "The show must go on". Ad alcuni spettatori, la cosa non è piaciuta affatto e sui social hanno indirizzato al cantautore commenti piuttosto duri.

Morgan ha deciso di rispondergli con un lungo post pubblicato sul suo sito ufficiale (lo potete leggere qui), poi rilanciato sui social:

"Se chi sostiene che una canzone si possa rovinare (credo malinterpretandola o eseguendola male o in un contesto sbagliato, oppure non so in quale altro modo) fosse la maggioranza delle persone, allora sì che saremmo veramente rovinati. Perché chi ha questo tipo di mentalità è una persona che non riesce ad avere elasticità, se fosse per loro il mondo sarebbe tutto in una vetrinetta chiusa a chiave: guardare e non toccare!".

Ha continuato poi il cantautore, definendo - senza troppi giri di parole - "invidiosi" gli odiatori:

"Tutte le volte che uno dice che una canzone si rovina guarda caso che c’è sotto del marcio, o frustrazione personale, o incazzatura a priori, o invidia, insomma non è possibile che quella frase venga da una persona libera e soprattutto non è possibile che chi lo dice sia musicista, anzi è invidioso del musicista, ecco perché ha una visione distorta, perché a lui la musica non è concessa, la vorrebbe tanto poter maneggiare ma non ci riesce".

Morgan ha poi ricordato di aver ricevuto accuse analoghe quando, nel 2005, decise di reincidere per intero "Non al denaro non all'amore nè al cielo" di Fabrizio De André, uno dei più amati della discografia del cantautore genovese:

"Quando qualcuno vi dice che state rovinando un capolavoro voi ditegli: controlla bene a casa tua che il vinile originale è intatto, nessuno te lo ha rovinato, lo puoi ascoltare esattamente come è inciso sul disco, se hai ancora il piacere ad ascoltare la musica. Quando ho rifatto interamente il disco di Fabrizio De André 'Non al denaro, non all’amore né al cielo' ci fu qualche talebano che gridò allo scandalo, all’ignominia, quelle cose non si toccano! Come ti permetti di rovinare un capolavoro assoluto? Rovinare? E che ho fatto? Perché? Ma forse da oggi quando ascolti quello di De André non si sente il suo ma il mio? Son venuti gli gnomi di Spoon River a scambiare di nascosto a casa tua il disco di De André col mio? Mi sembra di no".

"Freddie - Morgan racconta i Queen", ha raccolto davanti al video 1.580.000 spettatori, pari al 6,81% di share, numeri leggermente superiori alla media di rete.

Dall'archivio di Rockol - racconta The Voice 2019: "Sarà spettacolare ma non litigioso"
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale
20 lug
Morgan in concerto
Ospite di: Renzo Rubino
Scopri tutte le date

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.