NEWS   |   Italia / 14/12/2018

Bruuno - la recensione di "Deconcentrazione"

Bruuno - la recensione di "Deconcentrazione"

A due anni dal più che interessante disco d’esordio “Belva”, i Bruuno, band post hardcore formata da post hardcore vicentina formata da Luigi Pianezzola e Davide Storto (chitarre), Nicola Rosson (basso), Tommaso Trippi (batteria) e Carlo Zulian (voce e tromba), torna con un nuovo lavoro in studio. “Deconcentrazione” conta sei pezzi registrati dal vivo da Maurizio Baggio e Edoardo Pellizzari presso il Teatro delle Voci nel novembre del 2017 e masterizzati da Maurizio Baggio presso La Distilleria. Un EP che conferma la cifra stilistica della band, votata ad un post hardcore sempre più affilato. I Bruuno, rimanendo ben saldi sulla scia de Il Teatro degli Orrori, stanno proseguono il loro percorso evolutivo portando il discorso musicale ancora più all’estremo, senza scendere a compromessi di sorta.

L’attimo prima dell’impatto; il cortocircuito celebrale che si manifesta quando pensi di aver visto qualcosa, una distrazione prima dello scontro con la normalità. La si percepisce nel tentativo di afferrare un ricordo, come un attimo di pura evasione, mentre la mente vaga nell’ignoto. Quel tasto distratto, la nota suonata male, l’imprevisto; il tassello del domino che dondola, ma non cade.

Leggi la recensione completa di "DECONCENTRAZIONE" cliccando qui

Scheda artista Tour&Concerti
Testi