Rockol - sezioni principali

NEWS   |   Italia / 08/12/2018

Tragedia ad Ancona prima di Sfera Ebbasta, le ultime notizie

Tragedia ad Ancona prima di Sfera Ebbasta, le ultime notizie

Mentre il Ris e i carabinieri del Nas sono impegnati ad effettuare i rilievi all'interno della discoteca Lanterna Azzurra di Corinaldo, in provincia di Ancona, continuano ad arrivare notizie su quello che è avvenuto questa notte nella discoteca prima dell'inizio della serata di Sfera Ebbasta, la tragedia nella quale hanno perso la vita sei persone (e molte sono state ricoverate in ospedale).

Secondo quanto ricostruisce ilfattoquotidiano.it la discoteca che ospitava l'evento, la Lanterna Azzurra, era stata chiusa alla fine di gennaio del 2014, in seguito ad un sopralluogo dei vigili del fuoco, per mancata osservanza delle leggi antincendio. La contestazione dei pompieri si riferiva ad alcuni impianti che non erano a norma. I gestori del locale avevano ottenuto il permesso per la riapertura solamente in seguito ad opere di ammodernamento. La commissione di vigilanza (composta da vigili del fuoco, Asl e alcuni tecnici comunali), sempre secondo quanto ricostruisce ilfattoquotidiano.it, nel concedere ai gestori della Lanterna Azzurra il permesso per la riapertura aveva imposto una modifica relativa alla capienza: da oltre 1.000 persone a 870. Il premier Giuseppe Conte ha riferito ai cronisti che delle tre sale nelle quali è articolato il locale, ne sarebbe stata aperta solo una.

Trapelano anche i primi racconti dei ragazzi presenti all'interno della discoteca, secondo i quali una persona incappucciata sarebbe salita su un cubo per ballare e da qui avrebbe spruzzato lo spray. 

Il Procuratore di Ancona Monica Garulli fa sapere che sarebbero stati venduiti 1.400 biglietti su una capienza di poco più di 800 persone. Per accertare le presenze sono state messe sotto sequestro le matrici dei biglietti staccati. Si procede per omicidio colposo plurimo, ma non risultano iscritti nel registro degli indagati. 

Secondo quanto riferisce l'edizione locale del Resto del Carlino, un giovane ha rischiato il linciaggio subito dopo l'accaduto, accusato da alcuni esagitati di aver spruzzato lo spray urticante dopo che questi lo avevano visto rispondere alle domande dei carabinieri. A gettare acqua sul fuoco è stato proprio un ufficiale dei carabinieri, che ha spiegato alla folla: "Non è stato lui, non c'entra niente, abbiamo soltanto raccolto la sua testimonianza".  Il ragazzo ha spiegato: "Io non ho fatto nulla, ero assieme ad altri amici, loro possono confermare che io non ho fatto nulla di male. I carabinieri hanno voluto parlare con me perché durante la serata, prima che accadesse il fattaccio, una bomboletta spray l'avevo vista girare per la discoteca, l'avevo notata in mano ad alcune persone e questo ho raccontato agli inquirenti". Secondo i primi accertamenti, come riporta il Corriere Adriatico, a spruzzare lo spray sarebbe stata una ragazza. 

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella esprime con una nota solidarietà alle famiglie delle vittime e ai feriti: "È una tragedia che lascia impietriti Il pensiero di tutti è di vicinanza e solidarietà alle famiglie delle giovanissime vittime, al loro dolore lacerante, alle condizioni dei tanti feriti con l'augurio di pronta guarigione".

Il sindaco di Corinaldo ha proclamato per oggi e domani il lutto cittadino e la sospensione di tutte le attività previste per l'inizio delle festività natalizie, istituendo un numero di emergenza per qualsiasi tipo di richiesta e informazione relativo agli avvenimenti di questa notte. 

In Rete sono stati pubblicati alcuni video della tragedia, che mostrano il cedimento della ringhiera fuori dall'uscita di sicurezza che ha causato la caduta dei ragazzi e la morte di sei persone. I magistrati stanno ascoltando i testimoni dell'accaduto. Quella dello spray urticante resta al momento l'ipotesi privilegiata. 

Il promoter di Sfera Ebbasta è Thaurus, ma la data di ieri sera a Corinaldo non è listata tra quelle "regolari": non compare nel calendario del tour del trapper e nemmeno nei comunicati diffusi dall'ufficio stampa di Sfera Ebbasta. Non è presente nemmeno sul sito del trapper e sulle sue pagine social ufficiali. Si trattava, infatti, non di un concerto vero e proprio ma di un dj set.

Sfera Ebbasta ieri pomeriggio, come impegno ufficiale, aveva un firmacopie in Piazza del Duomo a Milano in occasione dell'uscita della riedizione del suo ultimo album, "Rockstar". Il trapper ha pubblicato sui suoi canali social ufficiali un lungo commento e ha annullato i suoi impegni.

Dall'ospedale Torrette di Ancona, intanto, fanno sapere che sette persone sono state ricoverate in codice rosso in terapia intensiva per trauma cranico e/o toracico, una ragazza è in valutazione clinica in codice giallo e due ragazzi con traumi agli arti si trovano ancora in ospedale in codice verde.

Scheda artista Tour&Concerti
Testi
PROG ITALIANO
Scopri qui tutti i vinili!