NEWS   |   Pop/Rock / 12/10/2018

Amy Winehouse, i fan protestano: 'Smettetela di lucrare sulla sua morte'

Amy Winehouse, i fan protestano: 'Smettetela di lucrare sulla sua morte'

I fan di Amy Winehouse non ci stanno. Sapere che la loro beniamina ritornerà sui palchi il prossimo anno sotto forma di ologramma gli ha fatto storcere parecchio il naso. E così in molti, nelle ultime ore, hanno deciso di manifestare sui social la loro indignazione per il progetto.

Nella giornata di ieri la famiglia della compianta cantautrice londinese, scomparsa all'età di 27 anni nel luglio del 2011, ha fatto sapere di aver dato il via libera affinché il suo ologramma possa in qualche modo riportarla sui palchi per una serie di concerti. "Abbiamo pensato che sarebbe stato un modo straordinario per Amy sia di rivisitare i suoi fan attraverso un ologramma, sia una buona cosa per raccogliere fondi per la nostra fondazione", ha commentato il padre, Mitch Winehouse. La ricreazione digitale della cantautrice è stata affidata alla società BASE Hologram, la stessa che si è occupata di riportare sul palco Roy Orbison.

I fan, però, non sono affatto entusiasti. Lo testimonia la sfilza di post pubblicati nelle ultime ore sui social, relativi all'argomento. "Un ologramma di Amy Winehouse sarà in tour per tre anni e io sono davvero disgustato. Lasciatela riposare in pace, smettetela di macchiare la sua eredità", scrive un utente. "Non pensate di aver già sfruttato abbastanza quella donna quando era ancora in vita?", commenta un altro fan. E ancora: "Stanno facendo davvero di tutto per mancare di rispetto alla sua eredità", "'I fan hanno chiesto a gran voce qualcosa di nuovo di Amy', ha detto Mitch. Ma non c'è niente di nuovo, perché è morta. Lasciatela riposare. Smettetela di lucrare sulla sua morte".



Il prossimo 2 novembre, intanto, Eagle Rock spedirà nei negozi un documentario su "Back to black", l'album che tra il 2006 e il 2007 portò Amy Winehouse in cima alle classifiche di tutto il mondo e che le fece vincere la bellezza di cinque statuette ai Grammy Awards del 2008 ("Best New Artist", "Best Pop Vocal Album", "Record of the Year", "Song of the Year" e "Best Female Pop Vocal Performance"): il documentario conterrà filmati inediti e interviste ai produttori Mark Ronson e Salaam Remi (che affiancarono la cantautrice durante le lavorazioni di "Back to black") e alla stessa Amy.

Scheda artista Tour&Concerti
Testi