NEWS   |   Pop/Rock / 12/10/2018

St. Vincent - la recensione di "MassEducation"

St. Vincent - la recensione di "MassEducation"

Non ci sono più le canzoni di una volta, dice chi disprezza il pop contemporaneo. St. Vincent dimostra che non è sempre così, anzi. Accompagnata dal pianista Thomas Bartlett, scarnifica e reimmagina le 12 canzoni di “Masseduction”, dimostrando il valore delle composizioni e il proprio talento d’interprete.

Che stupidi siamo stati. Distratti dagli arrangiamenti coloriti del disco, dall’immagine eccessiva e fluo di St. Vincent, dal discorso su sesso e potere, distratti da tutte queste cose abbiamo sottovalutato la profondità del dolore espresso in “Masseduction”. Ce ne siamo accorti ora che la musicista americana ha pubblicato una versione di quelle stesse canzoni per voce, pianoforte e poco altro. Ci si immerge per 45 minuti in un mondo di riverberi, accordi fantasmatici, cambi armonici brillanti. Se “Masseduction” è stato uno degli album pop del 2017, “MassEducation” ne è l’appendice anti-pop.

Leggi la recensione completa di "MASSEDUCATION" cliccando qui

Scheda artista Tour&Concerti
Testi