Perché sto dalla parte di Lodo (Guenzi), nuovo giudice di “X Factor”. ASCOLTA

Perché sto dalla parte di Lodo (Guenzi), nuovo giudice di “X Factor”. ASCOLTA

E naturalmente è già bagarre: Lodo Guenzi è sotto attacco, i fan puri e duri lo insultano perché ha accettato di fare il giudice a “X Factor”, e gli rinfacciano la canzone di Lo Stato Sociale (dall’album “Amore, lavoro e altri miti da sfatare”) intitolata - ma guarda - “Nasci rockstar, muori giudice ad un talent show”, che se proprio volete potete ascoltare qui sotto:

Non conosco personalmente Guenzi, non ho mai assistito a un concerto della sua band, non ero a Sanremo quando hanno portato sul palco la vecchia che balla. Non mi è né simpatico né antipatico - se non per il fatto che è di Bologna, e in genere i bolognesi mi stanno simpatici. Al Concerto del Primo Maggio, come presentatore, mi pare che se la sia cavata meglio di tanti altri che l’hanno preceduto. Non vedo perché non dovrebbe far bene, come giudice di “X Factor” - mi auguro che affronti l’impegno con la leggerezza che manca a tanti che fanno i giudici ai talent, che sdrammatizzi, che la butti un po’ anche sul ridere; insomma, che non si prenda troppo sul serio, che non esibisca anche lui la lacrimuccia all’angolo dell’occhio.
Proprio non capisco quelli che si stracciano le vesti perché Guenzi ha colto un’occasione per aumentare la propria notorietà e per dare una gioia al direttore della sua banca. Guenzi è un personaggio di spettacolo, avrà fatto i suoi ragionamenti e se ha deciso di mettersi in gioco bisognerebbe almeno aspettare di vederlo alla prova, prima di attaccarlo.
Oh, certo, nella percezione di certuni pesa il fatto che Guenzi sostituisce Asia Argento, che negli ultimi giorni è stata sostenuta da un movimento di opinione diffuso che l’avrebbe voluta veder tornare sulla poltrona di giudice del talent. Ma non è che se Guenzi avesse detto di no non l’avrebbero sostituita, non è che Guenzi le ha portato via qualcosa. Se la produzione di “X Factor” ha deciso che la Argento non andava più bene per “X Factor”, per ragioni che non attengono alle sue capacità e competenze professionali: le stesse che, secondo me, avevano spinto la produzione di “X Factor” a proporle quel ruolo - loro negano, ma suvvia… - era ovvio che cercassero qualcuno per rimpiazzarla. Lodo Guenzi, sulla carta, va bene quanto gli altri vociferati (forse meglio, anzi). Se guardassi abitualmente “X Factor” sarei anche curioso di vedere come se la caverà. Ma non guardo abitualmente “X Factor” (non perché io sia snob, ma perché la sera in genere ho altro da fare che guardare la TV, e comunque non ho l’abbonamento a Sky). Come dite? Il venerdì sera lo replicano in chiaro? E allora dai, il primo venerdì in cui ci sarà Lodo Guenzi in TV a “X Factor” cercherò di ricordarmi di guardarlo. Poi magari ne riparliamo.
Nell’attesa, forza Lodo: non ti curar di lor, ma guarda e passa.

Franco Zanetti

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.