Rockol - sezioni principali

NEWS   |   Italia / 12/08/2018

Àlia - la recensione di "Giraffe"

Àlia - la recensione di "Giraffe"

“Giraffe” è il nuovo lavoro firmato Alia, al secolo Alessandro Curcio. Prodotto da Paolo Favati e Marco L. Lega, “Giraffe” segna un punto di svolta nella produzione del musicista bergamasco, ex frontman dei Quarto Capitolo, portandolo verso un pop sempre più maturo e raffinato, sulla scia di artisti quali Umberto Bindi e Mango. Pubblicato per l'etichetta fiorentina Pippola Music”, l’album chiude la trilogia “verticale” iniziata con “Ària” nel 2013 e proseguita con “Asteroidi” nel 2014, ed è improntato a un forte confronto con la spiritualità. Ben diciassette i musicisti accreditati, tra cui Fidel Fogaroli, Paolo Favati, Giuliano Dottori, Cesare Malfatti, Alessandro Gimignani, Erika Giansanti, Valerio Mazzoni, Simone Morgantini. Da segnalare inoltre i featuring di Patrizia Laquidara nella titletrack, Francesca Messina in “Alessandra”, dell'attrice Elisabetta Salvatori, voce recitante in “6 donne”, e Martina Agnoletti in “Verso Santiago”, brano in cui suonano anche Oretta Giunti e Federica Fabbri dei Rio Mezzanino.

Tra cantautorato, funk e nuance esotiche al gusto bossa nova, l’Alia di Giraffe si presenta come un artista all’apice del suo processo creativo, con le idee ben chiare in testa rispetto alla forma che suoi pezzi devono avere.

Leggi la recensione completa di "GIRAFFE" cliccando qui

Scheda artista Tour&Concerti
Testi