Jack White - la recensione di "Boarding House Reach"

Jack White - la recensione di "Boarding House Reach"

Presente “Blackstar”? Nel suo ultimo album, David Bowie metteva le canzoni in mano a un gruppo di jazzisti. In “Boarding house reach” Jack White fa qualcosa di analogo, facendo suonare i suoi nuovi pezzi a musicisti hip-hop e R&B. Risultato: un album radicale e importante, che indica una direzione possibile per il rock nel 2018.

È un ammasso di timbri imbizzarriti e svolte capricciose e poesia enigmatica e allucinazioni sonore. Com’è, allora, che questo guazzabuglio elettrico di rock, hip-hop, jazz, gospel e country appare ordinato, coerente e solido? Com’è che Jack White, al terzo album solista, riesce a creare nuove forme e trasformare il caos in bellezza?

In attesa del disco, che uscirà venerdì, il cantante ha pubblicato un nuovo estratto, "Ice station zebra", come il film del 1968 con Rock Hudson: una specie di proclama, un monologo che inizia con un “Ascolta, ché non è facile”. Whitea avanti spiegando che siamo sorveglianti delle nostre prigioni. Mentre la musica passa da frasi jazzate a tocchi funk a un riff di due note, Jack White arriva al dunque: un pittore di talento non copia Caravaggio, un chitarrista genialoide non copia Jimmy Page. Aggiungono tessere a un enorme puzzle divino.

Caricamento video in corso Link

Leggi la recensione completa di "BOARDING HOUSE REACH" cliccando qui

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.